sabato 12 aprile 2008

Le locandine dell'incontro di Torino



Cari Amici,
qui sopra le locandine del convegno di Torino. Vi ricordo che si tratta di un convegno privato, ma che potete chiedere un ingresso gratuito direttamente alla collega grazia.mirti@gmail.com. Molto stimolanti i vostri commenti di ieri. Cara Giulia, se io potessi scrivere sulle abitudini personali e intime dei personaggi famosi e potenti, forse nascerebbe un nuovo best seller nel campo del gossip con notizie davvero incredibili, ma non lo farei mai, neanche sotto tortura, perché chi ci consulta ha piena fiducia che tutto ciò che dirà resterà tra noi. Però questa ve la devo raccontare, anche se è metà tragica e metà esilarante. Un signore gay, non più giovane, si era follemente innamorato di un ragazzo di vent'anni, fidanzatissimo con una bella coetanea. Gli faceva una corte serrata e sperava in una storia con lui. Io, guardando i vari cieli, cercavo di farlo desistere, anche perché costui era già indebitato fino al collo. Non ne volle sapere e mi chiese di piazzargli ottimi pianeti nelle Case dell'amore. Il guaio è che lui voleva solo quel ragazzo e nessun altro. Molto maldestramente, devo dire, acconsentii. L'anno seguente venne raggiante da me: "Ha funzionato!". Mi raccontò che gli aveva fatto un prestito di 100 milioni di lire e l'altro lo aveva ... abbracciato...". Noi italiani siamo i maestri della commedia all'italiana e Dino Risi e Giancarlo Giannini ci regalarono quel capolavoro che si chiama "Sesso matto" che rivedo, ogni tanto, e che mi fa piegare in due dalle risate. Purtroppo noi tutti sappiamo che si ride delle disgrazie altrui, ma è umano. Vi ho raccontato di quella scenetta di Woody Allen quando lui era ancora sceneggiatore e non regista? Incontra un amico. "Cosa fai di bello?". E Allen: "Ho trovato un lavoro: aiuto le spoglierelliste a cambiarsi tra un numero e l'altro". "Meraviglioso! E la paga com'è?". "Bassina: solo 10 dollari a settimana". "Beh, certo...". "Sì, ma è tutto quello che posso pagare...".
Caro Olrak (perché non mi chiami Ciro?) penso che il mio senso dell'humor mi venga dal Marte-Vergine (lingua caustica e tagliente) esageratamente amplificato dalla quadratura con Mercurio-Urano, come nel caso di Roberto D'Agostino e di Beppe Grillo (tranne che lui Marte lo ha in Bilancia e ride meno arrabbiandosi di più).
Sarebbe interessante che tu e Al Rami analizzaste i vostri temi a confronto per capire meglio cosa vi stuzzica reciprocamente. Tornando a Giulia, vorrei dire che secondo me non è utile fare queste previsioni perché stiamo puntando su "testa o croce": al 50% uno dei due vincerà. A mio avviso sarà molto più interessante, una volta formata la nuova squadra di governo, scrivere delle previsioni o renderle graficamente, con TUTTI i momenti critici, in negativo e in positivo, di quel governo nei mesi e negli anni a seguire.
Caro Sergio, scherza pure perché non me la prendo.
E, restando in tema di sesso, vi consiglio di vedere o di rivedere quel grande capolavoro che è il film "In the cut" di Jane Campion, "un vero dio" del cinema, con una Meg Ryan (sei-sette astri in Scorpione) che non avevo mai visto così sexy e seducente come nello splendore dei suoi quasi cinquant'anni...
Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

8 commenti:

Giulia ha detto...

Caro ciro, sarebbe una vera chicca un tuo libro relativo ai "vizi privati" dei personaggi famosi.
Ma mi rendo conto del problema irrisolvibile della tutela della privacy.
Tu "frequenti" personaggi che gravitano nelle "alte sfere" credo a livello internazionale, in maniera diretta o indiretta tramite i loro partner.
Quindi si riconoscerebbero immediatamente se solo tu accennassi a qualche segreto d'alcova.
Io invece, a parte che ho una casistica ristrettissima rispetto alla tua, frequento persone più "terra terra".
Ci può scappare qualche assessore locale, qualche dirigente di ente inutile, qualche direttore dei lavori di opere pubbliche (sempre inutili).E poi io ho notizie confinate alla realtà della mia città, con qualche puntatina nella capitale.
E questo sempre attraverso le parole delle rispettive partner, ufficiali o clandestine che siano.
La cosa più divertente che mi è capitata qualche anno fa, fu che mi venne a chiedere lumi una mia collega del corso di yoga.
Aveva una relazione clandestina con un dentista molto noto in città.
La poveretta mi fece pure pena per certi versi, perchè era innnamorata persa del dottore.
Andò a finire che lei parlò bene di me ad altre amiche del corso e la notizia giunse all'orecchio della legittima consorte del dottore, che pure lei frequentava lo stesso corso, ma in orari e giorni differenti.
Conclusione: anche la moglie mi contattò perchè aveva seri dubbi sulla fedeltà del marito e voleva dare un'aggiustatina al suo menage familiare!
La bocca sigillata in tutti casi è d'obbligo, non solo per il rispetto delle persone che affidano a noi le loro confidenze, le loro angosce e le loro speranze. Ma anche perchè altrimenti la nostra vita quotidiana si complicherebbe di parecchio.
Per quanto riguarda il divertissement in cui mi sono incoscientemente lanciata ieri sera, tieni conto che ero stata presa dal furore astrologico per aver trovato in rete, nel corso degli ultimi giorni, i dati natali, compresi di orario! dei personaggi politici che ho citato nel mio intervento.
Come potevo resistere?
Sono consapevole che il mio intervento in merito alle elezioni è stato costruito in maniera del tutto artigianale, possedendo solo il pacchetto base dei tuoi programmi astrologici.
Sono d'accordo che, una volta conosciuti i nomi di tutta la nuova squadra di governo, inserendoli nel tuo stupendo AstralDetector potrai dirci di tutto di più.
Ed inoltre, a parte che noi comuni mortali ignoriamo le logiche di potere e spartizione che intervengono in questi casi. Non conosciamo nemmeno il privato di tutti questi signori e signore che si esibiscono nel teatro della politica nazionale.
Il che rende tutto ancora più difficile.

Graziano Vagnozzi ha detto...

Il tema dei vizi privati è senza dubbio molto intrigante. Mi ricordo di un signore sui 70 che mi consultò perché si era invaghito di una prostituta extracomuntaria (tra l'altro credo minorenne!), penso avesse in mente una faccenda a metà tra Pretty Woman e My Fair Lady.
Morale della favola, pur tassativamente scoraggiato da me lui tentò un approccio e arrivato quasi al dunque il fisico lo tradì con un mezzo infarto.

Alberto B. ha detto...

L'importanza del giorno del compleanno!!!!!
Tratto da corriere.it
PALERMO - Parla al Corriere Online Aldo Miccichè, il faccendiere calabrese indicato come il protagonista del giallo sulle 50 mila schede manovrate in Venezuela, stando all’ipotesi di reato che rimbalza dalla Procura di Reggio Calabria. «Qui a Caracas arriva l’eco di grandi bugie, di grandi strumentalizzazioni su vicende fantasiose», assicura e smentisce per telefono Micciché, una condanna per bancarotta fraudolenta, oggi raggiunto dai messaggi augurali dei suoi amici.

«Compio 72 anni e scopro di essere diventato famoso...«, commenta con amara ironia questo imprenditore che odia essere definito “faccendiere”, che respinge l’accusa di avere intascato 200 mila euro in cambio delle 50 mila schede e rivendica il suo primo “titolo”: «Io sono un giornalista. E tanti se lo ricordano visto che dirigevo la ‘Montecitorio’, l’agenzia di cui ero proprietario a Roma con un collega deceduto, Franco Capati. Poi, me la fecero fallire, cominciarono i guai, scattò una

paola ha detto...

Cari bloggers,
intanto le mie scuse per l’assenza prolungata, certo non dalla lettura dei vostri interventi e del quotidiano buongiorno istruttivo di Ciro. Sarà Saturno di transito in XII, che applico con dovizia stando molto (quando non vado a lavorare) sola, sarà che i vostri post sono così completi ma non ho avuto molto da aggiungere. Oggi, per rilassarmi un poco dalla scrittura mi sono messa a guardare le effemeridi e mi sono accosta che, dopo avere stazionato sei mesi nella mia decima casa (oh se l’ho sentito!) e di passaggio adesso nell’XI, da giugno se ne entrerà nella XII affiancando il simpatico Saturno. Rileggo il breviario di Ciro su AA per ripassare, ma mi rendo conto (ditemi se sbaglio: Giulia!!!!urge tuo intervento in proposito, grazieeee) che i due saranno insieme in una casa diciamo non proprio facile e mi chiedo: che faccio? Come li fronteggio? Sono mesi che mi reco dal dentista con assiduità (Saturno di RSM in VI), potrei mettermi ulteriori dentisti o persino un piccolo intervento, ma non mi vengono idee, quando a autoinfliggermi altro per affrontare a testa alta ( o bassa) tale transito. Idee in proposito? Segnalo anche che il mio Giove sul sole al primo passaggio non sta agendo in modo eclatante sul mio sole, fortunatamente, quando saturno se ne andrà (in settembre) dalla annosa quadratura (tre passaggi, siamo al secondo e si sente!) con MC e venere, forse si esplicherà al suo meglio. Scusate se oggi ho parlato di me, ma tornerei ad aiutarci reciprocamente sull’AA, e se io non sono intervenuta altre volte è perché non avevo molto da aggiungere ai vostri post. Unica cosa: tema Saturno in settima di nascita. Le mie amiche con tale posizione planetaria o si sono sposate due volte, dunque divorziando, o si sono sposate tardi (rispetto ai loro desideri) ma sono contente, una volta devoluto a Saturno il dovuto. Poca cosa, forse, come rilevazione, ma comunque utile a non dimettere la speranza. Mai. Per chi ci tiene, al matrimonio, naturalmente. Un’altra amica, si è sposata una volta e al secondo amore importante, quello attuale da dieci anni, ha inconsciamente deciso di non sposarlo, stanno così bene così, hanno due magnifiche figlie e sembra non vogliano incrinare la situazione, forse, con un matrimonio. Tutti i casi saturni in VII, però, hanno compagni e mariti più “anziani” di loro.
Un felice sabato a tutti e grazie per consigli sui miei marte+Saturno in XII: accetto anche sacrifici importanti, ma non ho idee altre da quelle suggerite da Ciro nel prezioso vademecum dalla copertina nera.
Paola

Giulia ha detto...

Cara Paola bentornata! Come è andata la trasferta RLM a Chicago?
La questione che poni è perniciosa assai…
Mi è toccato andare a scartabellare un po’, sia tra me e me, che nel mio archivio amici e conoscenti.
Una congiunzione Marte-Saturno in 12°! Che brivido!!! Ma certo che fronteggiarla ben protetti da una RSM è tutta un’altra cosa.
Magari non sarà una passeggiata, ma cosa può essere qualche punturina d’ape rispetto ad essere travolti da un autoarticolato?
Allora ritornando a noi, il suddetto transito (Marte-Saturno in 12°) a me capitò nel lontano 1994.
Nel corso della RS del 1993.
Quando si dice essere nati con la camicia!
Io conobbi Ciro proprio alla vigilia della mia RS 1993.
Per inciso, la mia RS in corso nel 1992, quando salii per la prima volta le scale che conducevano al suo studio, segnalava tra l’altro un Sole incollato al Mc, Giove e Venere in 10° e Mercurio in 9° ma in zona Gauguelin, la fortuna che mi ha cambiato la vita, aver conosciuto Ciro!
Quella del 1993 fu la prima delle mie innumerevoli RSM.
A quel tempo avevo avuto da poco il mio secondo figlio e mi accingevo a rientrare al lavoro dopo 4 anni in cui praticamente ero stata sempre incinta per alcuni mesi.
Capirai come mi potettero accogliere una volta che ripresi possesso della mia scrivania!
Lì la 12° casa mostrò tutta la sua inaspettata virulenza.
Scoprii tutta una serie di maneggi che erano stati perpetrati ai miei danni nei lunghi periodi di mia assenza. Alla fine scoprii che pur di scalzarmi dal mio posto di lavoro avevano fatto dimettere il mio vicino di scrivania (che lavorava però per una ditta consociata alla mia) per poi riassumerlo nella mia.
A me consigliarono le dimissioni adducendo il pretesto che la finalità della mia ditta era stata raggiunta, eravamo tutti a contratto a termine.
Conclusione, patteggiai una congrua buonuscita, e diedi le dimissioni.
Poi scoprii che il mio collega era subentrato al mio posto, e le finalità della ditta erano ben lungi dall’essere raggiunte.
Ti confesso che ho pianto parecchie volte passando sotto le finestre degli uffici dove avevo passato 10 anni della mia giovinezza in un’atmosfera serena ed a volte anche goliardica, insieme a colleghi tutti giovanissimi come me, impegnati in un progetto a termine che ci vedeva molto orgogliosi e motivati, nonché profumatamente retribuiti!
Il fronte di ostilità nascosta si era così manifestato appieno!
Altre esperienze, vissute non in prima persona sono state:
un mio amico imprenditore scoprì che il suo uomo di fiducia aveva fatto per molti mesi strani maneggi di danaro, facendo confluire sui suoi c/c, per alcuni giorni, ingenti cifre incassate, per poi girarle in un secondo momento sui conti della ditta. Lui se ne accorse perchè costui aveva iniziato a fare sospetti sfoggi di eleganza con capi firmati dalla testa ai piedi.
Una mia amica scoprì che il marito intratteneva una relazione clandestina con la moglie di suo fratello.
Un altro amico che aveva un impresa di servizi, scoprì che un suo dipendente contattava in proprio coloro che richiedevano i suoi servizi e nei mesi era riuscito a sfoltirgli di parecchio il portafoglio clienti.
Una signora scoprì che il diacono che teneva i corsi di catechismo a suo figlio, lo importunava in maniera sconcia.
Transiti del genere addomesticati perché siamo riusciti a visualizzarli in tempo, hanno invece portato a:
una signora si è ricoverata varie volte in cliniche private per fare ceek-up ed indagini mediche anche parecchio seccanti ed invasive, tipo colonscopia e gastroscopia, nonché intervento per le emorroidi.
Il tutto fatto scientemente a ridosso con ponti e festività, così che la “reclusione” fosse ancora più sentita.
Un’altra invece si è rintanata nella sua casa al mare per i mesi necessari a far sfogare il transito.
Il che, detto così, può sembrare una cosa gradevole, ma la sua casa al mare si raggiunge facendo una scarpinata di mezz’ora tra arbusti e rovi vari, isolata da tutto e da tutti, senza Tv, spesso senza luce nonché acqua calda, sembra di stare in un rifugio di montagna piuttosto che al mare.
A buon peso lei sapeva di essere invisa agli indigeni del posto, che era l’isola natale del suo ex marito (personaggio un po’ guappo dell’amministrazione locale da cui LEI aveva chiesto la separazione) Si ritirò per alcuni mesi a studiare per prendere un diploma in medicine alternative, subendo nel contempo, oltre all’isolamento, gli innumerevoli dispetti degli abitanti locali.
In tutti i casi “non addomesticati” ho notato però che la lettura della RS fatta a posteriori, era parecchio lampante rispetto ai settori dove si sarebbe evidenziato il danno.
Seconda e ottava per gli imprenditori. Terza e settima per le “corna”. Nona e quinta per la madre.
La mia RSM di quell’episodio aveva un Saturno in prima, che per me fu la depressione del restare a casa a fare la casalinga e la madre, per me che avevo cominciato a lavorare, ininterrottamente, dopo pochi mesi dall’aver completato gli studi. Avevo un As in 11°, morì una mia cara amica, ed un Giove in 8° che rappresentò la liquidazione incassata. Nonché la coppia Urano-Nettuno in 12°, gli intrighi ed il colpo di scena conseguente. A quei tempi anche io avevo Giove di transito in cattivo aspetto al Mc.
Spero che il mio intervento possa esserti stato d’aiuto, sia ad aprire gli occhi circa realtà nascoste, sia rispetto a qualche utile consiglio per esorcizzare.
E comunque io guarderei la RSM che hai fatto prestando attenzione a dove hai posizionato i “malefici” oltre agli aspetti di transito che ti stanno inviando.

Celeste ha detto...

Cara Giulia e cara Paola,
da tempo sto guardando i miei transiti e condivido con paola questo "fantastico" passaggio marte - saturno in 12 casa: nel mio caso avverra' in giugno.
per cui ho letto con molto interesse i consigli di giulia.
Nel mio caso la RSM ha un ascendente in 8 casa, saturno è in 5 casa e Marte in 3 casa, Giove in 8 insieme a Plutone e venere in 6 casa.
Per curiosità ho dato un occhio anche alla RLunare di quei giorni: ascendente in 3 casa, stellium in 7casa (sole, venere, luna e mercurio), saturno in 9 casa, marte in 8, giove in 2.
Spero molto nella venere in 6 per proteggere la salute e il lavoro ma anche in Giove in 8 di RSM per evitare perdite economiche.
Però insomma anche io tremo...
Speriamo di uscirne indenni...o quasi.
Cara paola grazie per la conferma sul saturno in 7 casa che insoma qualcosa si puo' fare....
Qualcuno dice che l'accoppiata saturno-venere porti differenza di età ma non solo con partner piu' grandi ma anche molto pu' giovani.
nel senso che l'anziana potrei essere io.
Secondo voi puo essere vero?
Inoltre io ho anche un'opposizione Saturno in 7 - Urano in 1 all'ascendente....secondo me sono un caso disperato....
;-)))
PS per Paola: ce la faremo!

al rami ha detto...

caro Olrak, come al solito sono stato frainteso. vorrei dirti che ti reputo una persona degna della mia attenzione e per questo ho chiesto un tuo commento. certo, ho commesso un errore: pensavo avessi memorizzato la mia data di nascita e per questo ho peccato di superficialità e presunzione. però, a dire il vero il ringraziarti è stata la prima cosa che ho fatto. il resto è stato solo un equivoco. punto. approfitto del consiglio del maestro Ciro per chiederti i tuoi dati e relazionarli coi miei. (punteggio discepolo-miele pari a 14 se non sbaglio, tra me e il maestro ma non ho qui all'internet point il materiale per confermare ciò)
a Sergio vorrei dire una cosa: purtroppo duraante la settimana, quando sono connesso al blog, è proprio nel momento in cui sto lavorando; per cui "rubo" pochi istanti per leggere e scrivere qualcosa. ciò implica il fatto che scriva di getto senza rendermi conto di aver specificato tutto quello che dovevo dire. ancora chiedo venia. in ogni caso il mio indirizzo mail è ggaleota@libero.it e approfitto della tua disponibilità per confrontarmi con te.
a Paola vorrei dire che ho esperienza diretta di saturno nella settima radix, poichè era presente nel tema natale della mia ex fidanzata, tua omonima. ho notato che il pianeta le dava diffidenza e sfiducia nei confronti del prossimo.Inoltre, tale posizione si è scaricata parzialmente con una relazione col sottoscritto che è 10 anni più grande di lei. (Lei saturno in settima per l'appunto e io mercurio in quinta)
altre novità a proposito della mia settima di rivoluzione: eletto segretario per un seggio elettorale. guadagnerò un po' di soldi? sì: uno schifo! ciao e un abbraccio a tutti (ovvio che un abbraccio di riguardo è per il maestro)

Sergio ha detto...

Caro al rami,
se posso sserti utile ti assicuro che la cosa mi fa piacere ma se ti scrivo non so da che parte iniziare, se vuoi propormi una discussioni dimmi poche parole, chiare e corrette e io ti risponderò con il mio parere. Io non sono il frutto di una clonazione, quindi ne io ne il mio pensiero siamo tenuti a essere a immagine somiglianza di niente e nessuno per fare bella figura.

Ti faccio un esempio del quale ho già parlato in questi giorni con una persona con cui lavoro, ed è già stato discusso in questo blog. Mi riferisco alla sfortuna di Mia Martini.
Mia Martini èra una persona molto sensibile e che ha provato molte sofferenze sentimentali nel corso della propria vita, cominciando dal rapporto con il padre e continuando col rapporto coi fratellie e compagni nella sua vita sentimentale.
I suoi tormenti sentimentali hanno influenzato pasantemente i messaggi delle sue canzoni.
Io mi ricodo molto bene i giudizi di alcuni criici importanti (dei quali non ricordo il nome) e mi ricordo che si sentivano pesantemente indignati del fatto che Mia Martini giudicasse la maggior parte degli uomini come crudeli egoisti e incuranti dei sentimenti femminili.
Mia Martini non faceva altro che descivere quello che succedeva veramente, ma la sua malinconia le attirava, oltre che l'indignazione di chi si sentiva provocato dalle sue canzoni, anche l'ostilità di chi non era in grado di comprendere il suo disagio, in quanto chi non ha mai avuto grossi problemi cerca di evitare che ne ha veramente (perchè egoista).
Quindi, se Mia Martini è stata sfortunata, io sono convinto che la colpa non si debba attribuire a chissà quale "onda negativa" tipo nuvola di Fantozzi. Personalmente io credo nella sfortuna, ma credo che essa sia causata da situazioni e circostanze ben precise. Intendo dire che io non mi accontendo di definire la situazione dal punto di vista puramente astrologico, ma mi sforzo sempre di capire (sempre per mezzo dell'astrologia)i reali "meccanismi" che si nascondono dietro a una problematica (e riesco a farlo senza prendere valium).

Peciso queste cose perchè mi sono accorto che le persone hanno paura del mio modo di fare. Suppongo perchè le persone facciano fatica a capire la logica con cui ragiono. Ma la mia logica è quella che ho applicato a Mia Martini... e non credo che qualcuno possa dire che sia sbagliata.

Al rami, se vuoi scrivermi al mio indirizzo sergio772.giovanni91@alice.it, oppure discutere in questo blog oppure discutere nel mio blog oppure cambiare idea e non scrivermi... come vuoi non c'è problema.

Caro Ciro mi sono informato sull'incontro del 7 giugno, ma non ho capito se chi vuole partecipare all'intera giornata debba pagare oppure prenotarsi. Sia ben chiaro che mi interessa sentire la tua lezione ma se riuscissi anche a sentire le altre la cosa mi farebbe piacere.

Un caro saluto
Sergio