mercoledì 9 aprile 2008

Occhi e vista


Caro Olrak,
le ragioni che da decenni mi hanno fatto comprendere che i primi significatori di problemi alla vista sono i segni Pesci e Vergine, le Case 12 e 6 e la dominante Nettuno sono spiegate per esteso nei miei libri, soprattutto quello di astrologia medica. Lì ho spiegato anche il perché non vi è dubbio che il look e il cinema, il teatro, etc., siano patrimonio della seconda Casa, ma questa non ha nulla a che fare con i problemi alla vista. La cosa, credo, sia di una tale evidenza che è difficile negarla, anche perché, com'è mio costume, è sempre accompagnata da molti esempi di personaggi pubblici e privati.
Caro Gabriele fai bene ad aggiungere anche la tua voce sul Tibet libero: tanti milioni di voci possono anche abbattere una dittatura.
Al Rami, alla pagina http://www.programmiastral.com/galro.htm trovi tutto ciò che ti interessa e anche una Demo per fare delle prove.
Credo che prossimamente faremmo bene a occuparci della recessione economica mondiale in atto, sotto gli occhi di tutti, e che - a mio avviso - si aggiunge al grande disastro delle morti per cancro che sta colpendo l'umanità in rapporto all'ICP. Il rapporto con la morte è importante perché anche durante la crisi del '29 ci furono milioni di morti per fame e per suicidio (vedi il meraviglioso "Morte di un commesso viaggiatore", di Arthur Miller, da non confondere con il Miller di "Tropico del Cancro"). A volte, un po' semplicisticamente, ci scagliamo contro le superpotenze che non vogliono applicare i dettami del trattato di Kyoto, ma il ragionamento di quei capi di stato non è del tutto assurdo e la situazione è davvero complessa: abbassare le emissioni di gas nocivo vuol dire frenare la produzione industriale, frenare la produzione industriale significa scendere di 3-4 punti nella crescita economica di un Paese, scendere di 3-4 punti nella crescita economica di un Paese equivale a milioni di disoccupati e quindi di suicidi o di morti per fame. Insomma, non si può essere semplicisticamente a favore dell'ambiente senza considerare anche le ragioni dell'altra parte. Credo.
Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento