lunedì 28 aprile 2008

Marte e Saturno vicini metteteli solo in 9ª o in 3ª

Nei prossimi mesi avremo di nuovo situazioni di compleanno simili a quella riportata in figura. Vi invito nuovamente, se la mia esperienza sul campo può esservi di conforto, a piazzare questi due "figuri" soltanto nella nona o nella terza Casa di RSM. Purtroppo ogni anno che passa ricevo nuove testimonianze di persone che non hanno condiviso tale scelta e hanno subito danni ingentissimi alla propria persona o all'interno della propria esistenza.

Cara Celeste, ora le foto di Alberto de Stefani sono a posto: avevo combinato un piccolo pasticcio.
Bentornato Olrak. Se non erro una volta hai scritto di essere meridionale (come me) e giovane (al contrario di me): una miscela esplosiva. Forse questo spiega perché tu ti sia indignato per una battuta innocente che feci e che potresti accettare con umiltà, se ci rifletti. Tu scrivesti pressappoco: "Caro Ciro, non ho mai letto niente di tuo, ma non condivido le tue idee".
Di qui l'invito, sicuramente scherzoso, a iscriverti alla scuola del "Sì, però...". Te la sei presa, ma io credo che si possa essere umili, quando si sbaglia, senza perdere di dignità: sapessi quante volte ho chiesto scusa e quante volte lo faccio ancora. In ogni modo, seppure giovane, sei abbastanza grande e vaccinato da fare come preferisci. Non confondere, però, per favore, la scuola del "Sì, però..." con lo spazio web del "Sì, però...". Questo nostro spazio web non si chiama del "Sì, però..." tuttavia ti lascia la libertà di parlare male dell'AA, di me e di quelli che la pensano come me. Nessuno ti censurerà mai. Naturalmente, se porterai degli argomenti, anziché delle dichiarazioni apodittiche basate sul nulla, ci farai una migliore figura.
Se pensi che esistano spazi più democratici di questo ti invito a frequentarli e, magari, giusto a titolo di esperimento, ti invito a nominare il nome di Dio invano (cioè a dire che il caposcuola di quello spazio ha sbagliato anche una sola virgola). Poi, magari, commenteremo insieme il trattamento che hai ricevuto in risposta.
Questa sera, anche per i transiti che ho oggi, mi aspetto diversi attacchi alla mia conferenza al Rotary, ma tenterò, come ho sempre fatto, di rispondere con argomenti e mai dichiarando: "Restiamo 'scompagni' a vita".
Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

12 commenti:

Giulia ha detto...

Buongiorno a tutti! Sono stata un pò assente dal blog causa impegni gravosi e piacevoli al tempo stesso.
Ho letto un pò di arretrati, visto belle foto... ho cercato le Marshall su Encarta... non le avevo mai viste neanche in cartografia! Ho preso nota, chissà mai che mi possano servire in futuro!
Caro Ciro, tu sei una persona davvero speciale, per la tenacia, la pazienza e anche l'umiltà con cui ti "abbassi" all'"altezza" di alcuni che sragionano con tutta evidenza.
Mi ricordo quando conobbi Barbault ad un tuo convegno di Vico (conservo gelosamente una foto che ci ritrae assieme, io anonima sbarbatella, ora sempre tale ma non più sbarbatella) e parlando con te manifestai lo stupore per la disponibilità ed addirittura l'umilatà con cui il grande maestro ascoltava, valutava e rispondeva pacatamente alle domande di tutti, anche le più idiote, anche alle mie.
Tu mi dicesti che la grandezza delle persone si evince anche dall'umiltà con cui si porgono al prossimo, senza arroganza, saccenza e prosopopee varie.
E' vero, l'ho tenuto a mente quando ho conosciuto le persone più disparate, e mi è servito molto per capire chi ho di fronte.
La cosa un pò più difficile è invece applicare a me stessa questa buona regola di tolleranza.
Non sempre ci riesco.
Ieri per esempio, ho incontrato una conoscente in spiaggia che ha cominciato a pontificare che uno del gruppo non sembrava un Capricorno ma una Vergine data la sua pedanteria.
Sarà stato il sole a picco, sarà stato il mio epocale transito di Urano, l'ho stoppata in maniera sì gentile, ma dicendole pacatamente che neanche lei sembrava una Gemelli visto il modo patetico e pietoso con cui sopporta da anni le angherie di un ex marito-aguzzino.
Una vera Gemelli è libera come l'aria e al primo sopruso avrebbe preso il volo lasciandolo con un palmo di naso.
Quindi lei per me era una Pesci, complice gli occhi a palla (ho detto "il tuo sguardo particolare") e gli evidentissimi alluci valghi che affondava nella sabbia.
Naturalmente ho fatto male. Ma non ho ancora molta dimestichezza col savoir faire quando trovo personaggi così presuntuosamente saccenti.
Per quanto riguarda l'argomento lanciato da Ciro in apertura, questa buona regola l'ho imparata da tempo, anche se, pedante come una Vergine, vorrei dire che a Schumacher non sarebbe il caso di piazzarla sull'asse 3a/9a una simile congiunzione... magari a lui farebbe meno danno in una 2a/8a, qualche milione di euro di tasse arretrate, ma libero da incidenti di veicolazione.
Volevo invece fare a Ciro una domanda dello stesso genere, ma dagli esiti diversi.
Nel caso in una RSM non sia assolutamente possibile piazzare un Giove al Mc, tu reputi più incisivo e valido un Sole al Mc oppure una Venere?
Posso immaginare che un Sole in 10a abbia le stesso controindicazioni di un As in 10a riguardo i transiti pesanti di Saturno e co. ai punti sensibili del tema.
Ma nel caso questi siano assenti, alla fine tu a parità, opti per Sole o Venere in 10a?

al rami ha detto...

carissimo maestro volevo farti una domanda (scusami se ti do del tu, ma è come quando guardi alla tv il tuo personaggio preferito talmente tante volte che alla fine credi di conoscerlo al punto da considerarlo quasi un parente...) ecco la domanda: non discuto assolutamente le ragioni che ti hanno indotto a credere che la congiunzione marte-saturno possa esprimere al minimo la sua negatività solo se posizionato in nona o terza casa di rivoluzione. Ma a questo punto mi domando: lo stesso ragionamento vale anche per chi come me ha urano leso in terza casa e marte leso nei gemelli nel proprio tema natale? detta posizione, non dovrebbe essere proprio testimone di un incidente automobilistico, a maggior ragione con una congiunzione così pesante? oppure la cosa sarebbe da considerare solamente se in contemporanea alla rivoluzione solare transiti negativi colpissero la mia terza casa radix? queste domande le rivolgo per espandere ancora di + la mia conoscenza astrologica e non per mettere in dubbio la tua parola che dopo tanti anni di pratica per me rappresenta verità assoluta.concludendo, vorrei celebrare ancora una volta la negatività dello satellium con giove in settima casa di riv. per questo mio anno in corso: ancora un altro morso da un cane (che guarda caso non aveva mai morso nessuno; ma forse i miei polpacci avevano un odore talmente invitante da supplire a salsicce e bistecche...)ancora aggressività da parte di chiunque (gli ultimi giorni sono stati terribili!) e alla fine di una giornata da dimenticare, ho ricevuto la ciliegina sulla torta: un omosessuale mi voleva... mi manca solo che mi cada un asteroide in testa, dopo di che, penso di aver sperimentato tutto!

Giulia ha detto...

Caro Ciro, oggi sono in vena di domande, stimolata dal tuo intervento circa la coppia Marte-Saturno che sarà in voga prossimamente.
Ho il caso di una studentessa che ha oggettivi problemi di spostamento per il suo compleanno causa esami di stato in corso.
Avrei trovato una soluzione veloce ed attuabile in Spagna.
Così le toglierei l’As dalla 6° ed il Sole dalla 1°.
Lo spostamento le produrrebbe un As di Riv in 5°, il Sole in seconda di riv. insieme a Venere.
Fin qui nulla di negativo.
Il fatto è che la congiunzione incriminata (Marte-Saturno) si sposterebbe a ridosso della 5° di riv.
Saturno è sulla cuspide della 5°.
Il guaio è che la studentessa in questione non ha un fidanzato da sacrificare.
Chiedo dunque a te, Ciro ed a tutti voi: reputate pericolosa per l’incolumità fisica (visto tutto quello che sta capitando ultimamente rispetto alle violenze sulle donne) la combinazione As in 5° e Saturno in 5° di riv. ?
Grazie a chi vorrà darmi risposte e portarmi testimonianze.

Donatella ha detto...

Buongiorno a Ciro e a tutti!

Mi chiamo Donatella ed è la prima volta che scrivo in questo spazio.
Ogni tanto leggo questo blog per cercare di capire qualcosina sulle Rivoluzioni Solari, argomento che per me è ancora tutto da scoprire visto che non ho ancora avuto modo di leggere i libri di Ciro Discepolo. Contavo di procurarmi un buon testo da leggere quest'estate e di entrare in questo blog con un minimo di preparazione ma... la mia RS mi preoccupa un pò, per cui sento il bisogno di intervenire per chiedere una zampa a chi già si è incamminato per questa strada...

Quest'anno ho proprio il famoso As di Rivoluzione in 10a casa radicale. Inoltre il sole si trova alla fine della 10a casa di Rivoluzione (meno di un grado dalla fine. In questi casi però, come scrive anche giulia nel suo ultimo post, bisogna stare attenti ai transiti pesanti. Ed indovinate? Ho urano in 1a casa di rivoluzione e saturno in 7a che mi quadrano l'Ascendente natale. Ho anche Nettuno a fine 12a congiunto all'Asc di rivoluzione.
Spero di non aver commesso errori di lettura, come ho già detto sono un pò alle prime armi. Di interesse potrebbe essere aggiungere che ho uno stellium di Rivoluzione (giove sole plutone) congiunto alla cuspide dell’11^ casa di Rivoluzione: giove è ad inizio 11, sole e plutone sono ancora a fine casa 10^.

Qualcuno si è fatto un'idea? Apprezzerei tantissimo ricevere i vostri commenti/consigli.

Per chi (giustamente) volesse verificare, vi lascio i miei dati: 21 Dicembre 1983, Lugano, ore 15:23

Un grazie anticipato!

Donatella

ps: se può essere d'aiuto, sono una studentessa, dovrei finire quest'anno la laurea triennale ma mi ritrovo ad essere un pò bloccata, vedo degli ostacoli tra me e la laurea..

Olrak ha detto...

Caro Ciro, mi ero riproposto di non intervenire più sull’argomento, ma a quanto pare non posso farne a meno, viste le circostanze.
Tu mi accusi di non essere d’accordo con le tue idee pur non conoscendole minimamente e per questa ragione mi avevi consigliato di aderire ad un’ipotetica scuola del “Sì, però” dedicata (e ben ricorderai il tuo articolo apposito!) a tutti coloro che pur capendo ben poco di Astrologia hanno ugualmente la presunzione di non condividere le tue idee.
Ora, tralasciando il fatto che tu non puoi sapere il livello delle mie conoscenze astrologiche, io ho sì detto di non avere mai acquistato né tanto meno letto un tuo libro. Questa ragione tuttavia non la ritengo sufficiente per accusarmi di dissociarmi su una determinata questione da te senza conoscere la tua visione dell’Astrologia. Perché di fatto non è così.
So per esempio e apprezzo che la tua visione dell’Astrologia è molto lontana da quella di certi astrologi che la concepiscono come esclusivo mezzo di elevazione spirituale o psicologica, so che sei solito andare al sodo delle questioni e sei sempre attento a cogliere e analizzare anche gli aspetti concreti e materiali delle cose, senza perderti in divagazioni con parole vuote ma rassicuranti, che potrebbero voler dire di tutto. Sono a conoscenza del tuo attribuire valore nullo a Nodi e parti fittizie del Tema Natale, e del tuo scarso interesse per le interpretazioni karmiche dello stesso. Per quel che concerne gli aspetti so del tuo attribuire importanza a semiquadrato e sesquiquadrato come aspetti negativi.
Per quanto riguarda l’astrologia previsionale non si può non essere a conoscenza del grande contributo da te apportato in questo campo, soprattutto per quel che riguarda le RS, anche qui ho capito il meccanismo delle RSM e del tuo attribuire valore negativo alla case I, VI, XII, in particolare se sono colpite dal Sole, da Marte o se l’ascendente di riv. cade in una di queste 3 case natali. Ancora ci sarebbe da far cenno al tuo accostare la simbologia di Morte all’XI, al tuo attribuire all’asse II/VIII principalmente il significato di denaro e solo secondariamente all’VIII quello di morte, al tuo considerare Saturno in X aspetto nefasto, principio che riprendi direttamente dal Barbault, alla teoria dell’esorcismo dei transiti negativi, e via dicendo.

Come vedi quindi un’idea della tua visione astrologica me la sono fatta. Di tutti questi principi alcuni li condivido in toto, altri mi lasciano perplesso, ma non escludo che in futuro studiandoli meglio, approfondendo il contesto nel quale sono stati espressi e avendo modo di fare verifiche più puntuali, io possa cambiare idea. Quando questo accadrà, però, non posso dirlo, visto che nella mia vita ho scelto di fare altra cosa che l’astrologo, e allo stato attuale non posso permettermi di impelagarmi più di tanto in questioni astrologiche.

Da ciò si evince che, stando così le cose, io non avrei mai potuto dire di non essere d’accordo con le tue idee, e ti invito quindi se non mi credi ad andare a rileggere il mio intervento.
Ricordo a te e a tutti coloro che leggono che questa querelle è nata per il solo fatto che il sottoscritto si è permesso, qualche giorno fa, di prendere le distanze da una previsione pubblicata su questo blog da Giulia, riguardante l’esito delle elezioni.
Tralasciando per il momento qualsiasi osservazione di natura tecnico-astrologica, lei ha detto la sua, io ho detto la mia, i posteri hanno visto chi aveva ragione.
Solo successivamente al risultato elettorale mi sono permesso di dire che i transiti erano di gran lunga più propizi a Berlusconi, e forse dar loro un’occhiata prima di esprimersi con delle previsioni rese pubbliche, non sarebbe stato male.
Con ciò non ho mai inteso dire che i Transiti sono più forti delle RS. Né tanto meno posso allo stato attuale verificare cosa tu hai scritto nei tuoi libri sulla posizione di Saturno in X di Rs. Certo che, se quanto scritto da Giulia, che “con Saturno in X nella carriera non si va da nessuna parte” è l’esatta sintesi di quanto scritto di tuo pugno, non mi biasimerai se ancora una volta sorgano in me delle perplessità. A meno che non si voglia considerare una disgrazia essere eletti per la terza volta Presidenti del Consiglio.
Ma, di contro, non è mancato chi, qui sul blog, ha gentilmente segnalato che in alcuni casi Saturno in X ha apportato dei benefici professionali, piuttosto che rovinose cadute. Magari questi amici bloggers avranno avuto modo di leggere qualcosa del genere nei tuoi libri, purtroppo al momento non mi è dato saperlo.
Ma allora, stando così le cose, l’errore sarebbe di Giulia e non tuo. Né, d’altra parte, ho mai detto il contrario, fino al momento in cui tu non ti sei preso beffe di me, indirizzandomi alla scuola del “Sì, però”.
C’è un’ultima cosa che voglio aggiungere.
Hai mai considerato la possibilità che gli amici del Cicap siano soliti leggere, insieme ad altri siti di astrologia, anche questo blog?
Ti farebbe piacere se nel prossimo articolo di Capodanno che i suddetti sono soliti redigere, essi scrivessero qualcosa qualcosa come:
“Gli astrologi continuano a sbagliare! Nessuno di loro aveva previsto l’esatto esito delle elezioni, nonostante la partita si giocasse tra 2 soli candidati. Dal blog di Ciro Discepolo: "Veltroni suo malgrado vincerà. Casini sarà utile ed avrà in cambio lo scranno di presidente della Camera. D’Alema diverrà presidente del Senato E ci aggiungerei anche per Di Pietro il suddetto ministero. Gli altri… si preparassero per il prossimo giro!".
Hai mai pensato che il mio prendere le distanze da queste previsioni sia stato dettato, oltre che da una sorta di orgoglio vanesio e di futile divertimento (sono un Sole in V casa), anche da un sano altruismo taurino, dal momento che nessuno faceva altrettanto?

A Giulia invece rispondo che della sua scarsa tolleranza, della sua suscettibilità e della sua impulsività avevo già avuto modo di avere ampia percezione.

Saluti!

Giulia ha detto...

Caro esagitato olrak, in quanto a suscettibilità, di cui tu mi accusi, ne hai dato ampia dimostrazione in questo tuo intervento.
Ti prego, per il rispetto che io porto a colui che considero il mio maestro, di non associare la mia umile persona ed i miei umili e discutibili (ma solo da lui) post previsionali a lui medesimo.
Io parlo in prima persona, parlo per me stessa, non sono la portavoce di Ciro, e gli eventuali e sicuramente numerosi errori di valutazione ed interpretazione che posso aver fatto sono esclusivamente da attribuirsi alla mia casistica, che, se per alcuni potrebbe essere poderosa, a mio avviso e non per falsa modestia è nell’ordine di poche centinaia di casi, quindi irrisoria al confronto di chi davvero può prendersi l’onore e l’onere di esser un capostipite di una scuola di pensiero studiata e verificata su migliaia e migliaia di casi.
Io seguo la scuola di Ciro perché trovo sempre puntuali riscontri sul campo.
Se posso sbagliare un’ interpretazione è solo colpa mia e non sarà questo a mettere in discussione una regola acquisita poiché verificata migliaia di volte nei fatti.
A corollario ti ricordo ancora una volta che le RS si valutano allo scadere.
Ed aggiungo ciò che scrissi nel dopo elezioni, Saturno in 10a è di caduta e di perdita di potere.
Ma per esserci simili circostanze bisogna pur averlo avuto un potere da perdere successivamente.
Per il resto rileggiti ciò che ti rispose Ciro in merito alla Pivetti ed alla sua elezione a presidente della Camera e a Celeste, mi pare, rispetto ad una sua esperienza analoga.
Per il resto sei libero di iscriverti anche alla scuola Radio Elettra di Torino se pensi che possa risultare utile ad esprimere idee astrologiche personali e a farti “un’idea di una qualche scuola astrologica”
Ti inviterei in ogni caso a “studiare”ciò che più ti aggrada, perché “farsi un’idea” su una qualsivoglia materia dello scibile umano non equivale e conoscerla e a poterne discettare con competenza necessaria.
E’ veramente risibile l’affermazione di dissociarsi da un’idea che non si conosce.
P.S. a me personalmente non interessa se quelli che tu definisci “amici” (di chi?) del cicap leggano questo blog. Ne dubito fortemente. Poiché starebbe a significare che sono persone dalla mente aperta all’approccio di realtà diverse ancorchè non condivise.

Celeste ha detto...

Cari amici, stiamo forse aiutando Ciro a esorcizzare i suoi transiti del giorno?
Comunque: ringrazio Eli per i dati di Travaglio mi hai fatto una grande cortesia.
Mi attendevo di trovare tutto quel che ho trovato: uno stelium in 3 casa (equivalente gemelli = giornalismo) valori di vergine (è noto per la sua precisione nella raccolta dei dati) ma anche con un tocco di valori bilancia (dove si posa il suo sole) per l'interesse per la giustizia e l'ironico garbo con cui si pone.
Studierò gli spetti adesso.
Caro Alberto: personalmente non mi arrischio in previsioni ma la prossima volta uno stellium di RSM in 11 con una congiunzione sole -urano la eviterei.
Io ho una congiunzione Urano Luna in 11 di RSM e due brutte RL nel tuo stesso periodo.
Qualcosa di non piacevole all'improvviso me lo aspetto.
ma non abbiamo nè ascendnete nè sole, nè marte, nè saturno in 1 - 6 - 12 per cui il peggio dovrebbe non accadere.
Magari attendiamo conforto da altri amici del blog piu' preparati.

Sergio ha detto...

Caro Ciro,
la tua risposta al mio ultimo commento mi ha fatto andare in tilt, in quanto mi ero immerso in letture di fisica. Pare che tutte le scoperte della fisica moderna siano legate alla geometria euclidea, nel senso che per arrivare a ogni scopera fisica sono necessari i seplici concetti geometrici.
Per tanto non sembra strano come le foreme geometriche "disegnate dagli astri" abbiano la loro influenza. Per tanto è giusto dire che i simboli devono andare interpretati assieme alla geometria.
Detto questo mi sembra giusta affermare che simbolo legge matematica siano due facce della stessa medaglia.
E nel nostro caso la medaglia si chiama Astrologia.
Ma se è vero questo allora i simboli si devono manifestare nell'esistenza umana assieme a delle leggi matematiche.

Che la matematica faccia parte dell'Astrologia non lo mette in dubbio nessuno, almeno credo. Ma quello che intendo dire è che è sbagliato considerare la matematica (e quindi la scenza dato che essa è fondata sulla geometria)sia un qualcosa di inferiore al simbolo, ma è qualcosa a esso pari.

Un caro saluto
Sergio

A Donatella vorrei dire che non deve farsi troppi problemi se studia e fa il suo dobere. Se hai delle incertezze chiedi aiuto a compagni più bravi o a laureati. Puoi provare a comprare degli appunti sottobanco (venere tra ottava e nona).

Sergio ha detto...

Caro Ciro,
la lettera al professor Longo la manderò veramente. O meglio, stamperò le pagine del mio blog e gliele spedisco.

Non credo che mi ignorerà perchè gli chiderò perchè ha mentito quando ha detto che "è stato dimostrato che l'Astrologia non è una scienza". A parte che io credo credo sia sorretto dire che l'Astrologia sia una scienza, ma per dimostare che essa non sia una scienza ci voglio esperimenti e studi scientifici, e questi nessuno li ha mai fatti. Se li avessero fatti li avrebbero pibblicati.

Olrak ha detto...

Gentile Giulia, so benissimo che farsi un'idea su alcune cose non equivale a conoscerle dettagliatamente.
Se così infatti non fosse, mi sarei già laureato da un pezzo, visto che a farmi un'idea generale non ci metto praticamente nulla.
Mi spiace che tu la prenda su un piano personale, d'altro canto capisco che alcune cose che ho scritto possano averti dato fastidio, e di questo mi rammarico.
Ti assicuro che non volevo in alcun modo trasmettere suscettibilità, ma miravo esclusivamente a fare chiarezza su alcuni punti.
Per quel che mi riguarda non ce l'ho con te, malgrado il fatto che, se evitassi per il futuro di darmi del saccente e di alludere a me come a una persona verso il quale bisogna necessariamente "abbassarsi" di livello, per il solo motivo che non condividi quanto scrivo, mi faresti un piacere.
Se poi non ci riesci fà pure come credi, io vivrò lo stesso.
Per quanto riguarda gli amici del Cicap, spero tu abbia ragione. Ma sai com'è, loro a fine anno l'articolo devono pur farlo. Non credo siano così poco tecnologici da non sapere usare internet.
Ciao!

Olrak ha detto...

Aggiungo solo che so benissimo che non sei la portavoce di Ciro nè mi sognerei mai di associare i tuoi post previsionali a Ciro.
Ma devi ammettere che c'è chi potrebbe farlo. Quando si cerca di colpire una categoria ci se la prende sempre col pesce più grosso.
E qui siamo nel blog di Ciro Discepolo, non certo in quello del mago Giuseppe da Francofonte.

albertolai ha detto...

Cara Giulia,

non capisco cosa stia succedendo a questo Olrak. Mi pare che questi ultimi post diano qualche cenno di disperazione. Comunque scopriamo che non riesce a laurearsi. Forse non legge neanche i libri di testo univarsitari!