giovedì 17 giugno 2010

A Solar Return for Kulusuk, Groenland













Per Niko. Sì, scusami. Ogni tanto mi sfugge qualche domanda e fate bene a ricordarmelo. Ti consiglio molto Kulusuk in Groenlandia, luogo magico dove sono stato anche io, forse il viaggio più affascinante della mia vita. L’unico problema è che d’inverno credo ci sia un solo volo alla settimana (via Copenhagen). Ma con questa RSM vale la pena restare immersi in quel silenzio assoluto per sette giorni!



Per Pasquale Iacuvelle. Sì, la testimonianza di Diocleziano è stata molto apprezzata e mi hanno scritto in tanti: ma perché non lo avete fatto sul blog? Ci vediamo domani.



Per Lorenzowiz. La mia risposta è stata respinta dal tuo server. Se vuoi, posta sul blog.



Per Francesca. L’equazione, secondo i parametri che tu hai indicato per tuo marito, si risolve a sud del Sud Africa, dove vedi la manina nella foto. Ti consiglio di cambiare goal.



Per Angelica. Ti ringrazio molto per le belle parole che hai scritto e che so che pensi sinceramente. Io credo che prima di imparare a essere astrologi occorra imparare a vivere. Allora ti racconterò un episodio della mia giovinezza che forse ti chiarirà altre cose. Avendo, dalla nascita, una dodicesima Casa piena, ho assorbito i dolori del mondo più della media delle persone, e in me c’è senz’altro una valenza crocerossina, ma tale dodicesima Casa ha comportato anche il fatto che io sia stato sempre fatto oggetto di calunnie relative alla mia vita privata. Di pochissime sono venuto a conoscenza, di tante altre no. Appena iniziai a studiare astrologia avevo ventidue anni e feci amicizia con un signore anziano, il notaio Arnaldo Apa che morì nel 1979, di infarto, quasi sotto i miei occhi. Era un grande appassionato di astrologia e trascorrevamo, quasi ogni giorno, sei-otto ore a studiare sui libri inglesi, soprattutto: egli possedeva una formidabile  biblioteca!
Un giorno, parlando con altre persone, nominai il mio amico notaio e queste mi dissero: “Ah, sì, quell’omosessuale. Pare che si veda ogni giorno per molte ore, nel suo studio, con un bel ragazzo che sarà il suo amante attuale…”.
Ecco, ma potrei farti migliaia di esempi simili. Questa dodicesima Casa mi ha procurato e mi procura calunnie perfino dalle persone più care. Però, se potessi tornare a nascere, vorrei lo stesso tema natale perché, tante volte, attraverso l’arena della vita si acquisisce una sensibilità particolare e senza i suddetti valori, forse mi sarei risparmiato tante ingiurie e diffamazioni, ma non mi sarei spinto tanto avanti nella ricerca e, soprattutto, non avrei ricevuto, a migliaia (in quarant’anni), lettere bellissime come quella del professore Diocleziano e come la tua.
Sì, ho molti nemici, come altri grandi astrologi (André Barbault è l’astrologo più odiato di Francia), ma ho anche migliaia di allievi e lettori che mi amano in tutto il mondo e... non c’è partita!


Grazie anche a Roby Casbarra.



Caro Luca, grazie anche a te, ma come tu stesso hai scritto, tra Leo, Unaio12, Uranio13, Uranio14 e Uranio15, ho fatto un po’ di confusione…


Spero di non dimenticare niente e nessuno. Il tempo è bellissimo. Credo che siamo entrati nel periodo dell’anno protetto (qui a Napoli) dall’anticiclone delle Azzorre. Ci potrà essere qualche nuvolone che duri mezz’ora, ma è estate piena per chi sarà con noi domani, a Sant’Agata dei Due Golfi.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo




Posta un commento