domenica 13 giugno 2010

Un meraviglioso Solar Return per Giovanna, a 78°14' Nord!!!

















Ecco alcune fantastiche foto scattate dalla protagonista a Longyearbyen, Norvegia.
Come sempre potrete trovare le stesse, e molte altre, nel nuovo libro in costruzione:







Per Marco. Prendiamo atto di quanto scrivi. È inutile che io mi ripeta su tale argomento e trovo legittimo che tu voglia e tenti di confrontarti con chiunque.
Tu sei un astrologo di valore e l’unica cosa che vorrei raccomandarti, da “fratello più grande”, è di utilizzare al meglio il tuo tempo.



Per Marcello Phoenix. Non è chiara la tua espressione di apertura e se ce la spieghi, forse la capiamo anche noi.
Successivamente scrivi che ai Poli non si può domificare: lo sappiamo tutti e lo sanno anche i non astrologi.
Interessante, invece, la seconda parte del tuo post, dato che è materia studiatissima in questo spazio.
Dunque tu affermi: “…io uso però il Topocentrico mi soddisfa di più specie a tali latitudini da 66.33 a 78°…”.
La cosa mi interessa molto e vorrei porti qualche domanda:

-        Come mai usi questo sistema? Dai tempi di Placido in poi la quasi totalità dei grandi astrologi ha usato e usa il sistema Placido. Non ricordo neanche un nome, di un astrologo diciamo “bravino”, che abbia usato tale metodo e dunque mi incuriosisce la partenza verso una scelta tanto particolare.
-        Affermi che ti trovi bene. Puoi dirci su quanti casi, grosso modo, hai studiato questa domificazione e per quanti anni?
-        Facciamo un esempio. Se a una tua consultante suggerisci di andare a trascorrere il compleanno in una località a latitudine altissima e con il sistema di domificazione che usi ti appare un Marte in quinta e tu vedi che con Placido questo Marte è pienamente in sesta, cosa fai? La mandi lo stesso in quella località a prendersi Marte in sesta Casa? E l’avverti che stai facendo ciò o le dici che le metti Marte in quinta?



Per Al Rami. La seconda Casa non riguarda i possedimenti, ma il nostro atteggiamento verso il denaro oltre che la nostra fortuna e sfortuna con lo stesso. Come ho scritto nel libro citato, chi si alza e inizia a lavorare a quell’ora, vuol dire che fa un lavoro molto più duro e lungo degli altri, dai pendolari ai piccoli commercianti che vanno ad acquistare il pesce al mercato generale. Ciò è dovuto, nella stragrande maggioranza dei casi, a un bisogno enorme, soggettivo o oggettivo, di denaro, quel denaro che è l’angoscia di tutte le persone nate sotto il segno del Toro o a quell’ora della notte.


Per A.P. Condividiamo con soddisfazione, con te, le molte cose buone che ti sta portando questa RSM. Ti ringrazio anche per gli auguri in merito a quanto ho scritto ieri.
Relativamente al tuo prossimo compleanno, ti confermo Lakselv in Norvegia, buona per molte cose, ma ti raccomando di fare attenzione al luogo preciso dove ti troverai al momento del tuo ritorno solare. Come sai, infatti, a quelle latitudini, anche pochi chilometri dal bersaglio ti danno un altro quadro astrale. Dunque tu dovresti individuare un punto preciso su Google Earth, fotografarlo con la latitudine e la longitudine precisissime, e poi sottoporlo qui per una conferma. Nei prossimi mesi, come ho già annunciato, viaggerò molto e anche per periodi abbastanza lunghi. Non sempre potrò collegarmi a Internet e spero che gli altri blogger, se io fossi impossibilitato, ti daranno una mano.



Buona Domenica a Tutti.
Ciro Discepolo




Posta un commento