lunedì 23 agosto 2010

It is not necessary to depart every year for a Solar Return




Benvenuto Andrea Casadei da Rimini!



Per Lorenzowizard. Io penso tu faccia bene a non partire. Ciascuno deve poter esercitare il proprio libero arbitrio. Nel Medioevo c’erano tantissimi uomini e donne che indossavano il cilicio ed erano felici per questo.
Altri partirebbero a qualunque costo.
A luglio scorso, mentre partivo per il Sudafrica, cinque ore prima della partenza, alle 7 del mattino, mi si è spezzato in due un dente, lasciando scoperta la polpa e con dolori lancinanti e una sicura infezione in arrivo per i successivi 14 giorni. Ho telefonato e buttato giù dal letto un mio carissimo amico (era un sabato estivo) e mezz’ora dopo lui iniziava a lavorare per tre ore ad una capsula provvisoria che ho ancora in bocca… Presi l’aereo al volo.
Non sta scritto da nessuna parte che l’AA va praticata sul campo, la si può anche solo studiare.


Per Al Rami. Hai ragione: in questi ultimi due anni, per le molte soddisfazioni e il molto amore, sono un po’ ingrassato. Ma forse mi vedi più grasso di quanto sono: ricorda che è sempre una questione di prospettiva (teleobbiettivo, grandangolo, camicia larga, ecc.). Osserva questa foto scattata lo stesso giorno…
Per Milano ti confermo che si tratterà di un solo giorno, il 16 ottobre (la sala costa 1200 euro +IVA), alla Mondadori di cui trovi i riferimenti nelle settimane passate, dalle 10.30 alle 18. L’argomento lo dobbiamo ancora decidere.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo


8 commenti:

Niko ha detto...

Buon giorno a tutti! per Eva: tua figlia potrebbe optare per Istanbul con Marte e stellium in terza, la Luna in decima non deve preoccuparti!




Niko

ISABELLA ha detto...

Caro Maestro,
domanda da minus habens:

quando mi dici:
"condizioni assolute: che l'intervento avvenga tra i trenta e i quaranta giorni dopo il compleanno"

significa esattamente queil'intervallo di dieci giorni,

o significa entro i trenta massimo quaranta giorni dal compleanno ?
... grazie!
Isabella

Lorenzowizard ha detto...

Grande Ciro
chi lo sa? Forse partirò, forse no... ho solo scritto che potrei anche lasciar perdere. Non lascerò certo perdere l'incontro di Milano. Non vedo l'ora di poter assistere di persona a una lezione di astrologia vera. Ciao a tutti.

Luigi Galli ha detto...

REPLICA AD ALBERTO B

Permettimi di essere un po' sorpreso dalla tua domanda, perchè la risposta mi pare scontata.
Se avessi ritenuto che Plutone stesse meglio nell'ottava che nella settima casa, ti avrei proposto una località della Nuova Zelanda e non l'isola Norfolk

Luigi Galli ha detto...

PER LORENZOWIZARD

Siamo tutti d'accordo che Il destino è scritto nel tema natale, ma lo stesso si può vivere in modo diverso.

Metaforicamente è come viaggiare su un treno da Milano a Roma: chi pratica le RSM viaggia in prima classe, gli altri in seconda, ma il treno arriverà comunque a Roma.
Ora che conosci l'AA sta a te decidere in quale classe viaggiare sul tuo treno.
Mi spiace molto sentirti così rassegnato e subire passivamente quanto ti propone la vita e senza fare discorsi troppo moralistici ti ricordo che la stessa è una sola e dobbiamo cercare di viverla il meglio possibile.
Rammento un vecchio film di Pasolini, di cui non ricordo il titolo (aiuto Ciro!), in cui un'uomo sul letto di morte si disperava perchè cosciente di quanto stava accadendo e lo stesso Pasolini (mi pare) osservava ad un vicino: "vedi, si accorge solo ora di aver vissuto..."

Coraggio, quindi, cerca di prendere in mano il tuo destino e il prossimo compleanno vai a Parigi o Amsterdam o dove ti sembra più opportuno.
Per te, questa, potrebbe rappresentare una svolta importante.

Ciro Discepolo ha detto...

Per Isabella: vuol dire proprio da un minimo di trenta a un massimo di quaranta giorni dopo il compleanno...

Karmiko ha detto...

Lo stile provocatorio ma efficace di Ciro colpisce ancora. E già! Perchè, è vero che esiste il "libero arbitrio". Ma lo lascerei alle cosiddette questioni di "credo". Qui si parla d'altro. Qui si discute di come gli astri influenziono la nostra vita. Sin dal primo "imprinting" e penso una cosa. Penso che, ad un certo punto, bisogna anche essere coerenti in ciò che si studia o si sta approfondendo. Voglio dire, non riesco a comprendere il perchè della ritrosia a partire manifestata da alcuni nostri amici del blog. Ma dove sta il problema nel partire? Ma soprattutto, è risaputo che Ciro da decenni porta avanti quasi una crociata sulla RS. Ora, sapendo ciò e frequentando i dibattiti su AA nel blog, perchè non dare un senso a tutto ciò. In fondo con la RS si ha l'opportunità di visitare luoghi che, francamente, potreste non aver mai sentito o desiderato di visitare. Provate, altrimenti perchè frequentare un laboratorio di AA se poi non la si mette a frutto? Io non dimenticherò mai: Porbandar, Dacca, Yakutsk, Nowj Urengorj-o come cavolo si chiama- (entrambe in siberia). Mai ci sarei stato se non fossero state mete di RS. Ma, seppur drammaticamente povere le prime due, conservo ricordi fantastici. Così come non dimenticherò mai la mia 1^ RS nel 1997 a Sao Miguel. Fu un'esperienza bellissima. Senza contare i "CONCRETI" benefici dei transiti. Perciò, avanti. Fiondatevi davanti ad un PC, salpate per il grande mare degli Internauti e costruitevi un itinerario. Magari coinvolgendo i vostri partners. Con simpatia
Carmine.
PS: Signori, Ciro batte tutti. Dategli sempre ascolto. Ma questo presumo, lo sapete già!

Karmiko ha detto...

Segue da post precedente.......
Provate, altrimenti perchè frequentare un laboratorio di AA se poi non la si mette a frutto? Io non dimenticherò mai: Porbandar, Dacca, Yakutsk, Nowj Urengorj-o come cavolo si chiama- (entrambe in siberia). Mai ci sarei stato se non fossero state mete di RS. Ma, seppur drammaticamente povere le prime due, conservo ricordi fantastici. Così come non dimenticherò mai la mia 1^ RS nel 1997 a Sao Miguel. Fu un'esperienza bellissima. Senza contare i "CONCRETI" benefici dei transiti. Perciò, avanti. Fiondatevi davanti ad un PC, salpate per il grande mare degli Internauti e costruitevi un itinerario. Magari coinvolgendo i vostri partners. Con simpatia
Carmine.
PS: Signori, Ciro batte tutti. Dategli sempre ascolto. Ma questo presumo, lo sapete già!