venerdì 13 agosto 2010

A Solar Return for Anchorage o for Fort Worth?







Per Manu. Credo che il modo migliore di vivere questi dolori, sia quello di tentare di aiutare altre persone che non ci sono figli, ma che – genetica a parte – forse lo sono molto più dei nostri perché ci hanno scelto come genitori a cui rivolgersi.
Grazie per avere condiviso con me questi pensieri e sentimenti.




Per Lorenzowizard. Ce ne sono anche altri di Lorenzo sul blog, ma più portati a leggere che a scrivere. Relativamente al discorso su Jung, grazie per la segnalazione. Io mi riferivo, però, ad Aldo Carotenuto che è stato, forse, negli anni Sessanta-Settanta, l’unico analista junghiano che sosteneva l’estraneità del grande studioso zurighese rispetto all’Astrologia.
Ma tutta l’Opera di Carl Gustav Jung, TUTTA, è una dichiarazione di amore e di interesse scientifico verso questa disciplina.
P.S. Sarei tentato di cimentarmi nel quitz (come direbbe Arbore) che mi proponi, ma mi perdonerai se preferisco partire con tutti i bagagli OK. Se ti fa piacere, raccontacelo tu e a noi interesserà certamente leggerti.



For Neena. Anchorage is not possible because he should have 3 Celestials in the 12^ House. In Fort Worth there is a serious danger to obtain three Celestials in the 8^ House. If the choice is absolutely between these two locations, I should search a new city in Alaska were, considering even a different born hour, we will have not 3 asters in the 12^  House. Study this situation and we will speak again about it next September.



Caro Giuseppe. Ho preso un appunto per quelle “pillole” e spero di poterle elaborare dopo quelle  che sono state già programmate. Tuttavia, io, al posto tuo, comincerei con il fare osservare a certe persone come nel nostro Paese accadano fatti pressoché unici sul piano culturale, segno di un provincialismo culturale senza eguali nel mondo intero.
In tutto il mondo, se tu discuti di, mettiamo, calcoli alla cistifellea, a valle di molte chiacchiere, vale ciò che dicono gli epatologi che queste cose le insegnano nelle università e a nessuno verrebbe in mente di dichiararsi epatologo per hobby né tanto meno di cimentarsi a fare il commissario tecnico della Nazionale di Calcio o l’epatologo, all’ora del tè.
Nel nostro Paese, lo sappiamo benissimo, e in tanti, prima di iniziare a parlare, dimenticano di accendere il cervello.
Di qui capronerie in cui, credo, noi italiani siamo al primo posto nel mondo.
Quando arriviamo alla statistica, beh, allora c’è materiale per riempire di dialoghi un intero film di Woody Allen.
Sì, perché addirittura si parte dal presupposto che le regole della statistica, scritte e sancite nei libri (alcuni autorevolissimi in tutto il mondo) dei professori che la statistica la insegnano all’università, siano degli optional e molti astrologi o astropets, come brillantemente li chiama Lorenzowizard, credono di poter mutare a loro piacimento queste regole e allora ne dettano di nuove sul numero di elementi che dovrebbe costituire il campione di indagine, sul campione di riferimento, sull’uso del campione random, e, se, ascoltando una trasmissione di Piero Angela Junior, restano ipnotizzati dai suoi gesti lirici con le mani e con le braccia e sentono, per la prima volta, la parola “inferenza” o “random” o qualunque altra, decidono, così, su due piedi, che loro ne sanno di più dei professori di statistica che firmano lavori importanti e si proiettano in improbabili numeri di varietà che però, non solo non fanno ridere, ma ci danno la cifra dell’ignoranza e dell’arroganza di tutti coloro (e sono eserciti) che soprattutto in materia di Astrologia, usano l’autocertificazione per ogni vongola che esce loro dalla bocca e vorrebbero perfino tenere scuole di astrologia, scuole che sono ovviamente fuorilegge e passibili di processi penali da parte delle autorità competenti.



Per Scara (qui sul blog ci diamo del tu). Mi sembra, dopo un primo necessario aggiustamento di tiro, che tu stia inquadrando molto bene il soggetto. Naturalmente si potrebbe lavorare su questa specifica costellazione anche per anni, seguendo un percorso anche di tipo psicoanalitico. Io non sono in condizione di farlo, ma in questo spazio virtuale è presente parte della migliore astrologia italiana attuale e potresti continuare l’analisi con chi si proporrà.


Benvenuta Elisabetta Di Stefano. Vedo che procedi già al massimo con l’ottimo Giuseppe Galeota e vi lascio al piacere delle vostre considerazioni.



OK per Niko: ho registrato la tua richiesta, ma poi, penso, dovremo anche votare, magari qualche giorno prima del 16 ottobre, per far decidere a tutti se gli argomenti sono o no di vostro interesse.


A presto. Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo

5 commenti:

Lorenzowizard ha detto...

Caro Ciro, sono contento di essere riuscito a fornirle un elemento utile su Jung. L'ho fatto dopo aver riletto l'epistolario, specie quella famosa lettera a Raman, e il bel ricordo della figlia Emma su Ricerca 90. Certo che Jung credeva all'astrologia! alla faccia di Carotenuto & C! ma mi sembrava che servisse come prova qualcosa di più "forte" di ciò che avevo trovato, una vera e propria dichiarazione di fede del grande psicologo (che di solito era molto cauto). Ora ha un'arma dialettica in più, se le può occorrere.
Ottime le "pillole" su youtube: il pregio è che le lezioni, espresse in questa forma di tranquilla conversazione amichevole, rimangono impresse. Forse non ho cercato bene, ma mi piacerebbe ascoltarne una "mirata" a un argomento che mi sta molto a cuore: Saturno in quinta, i suoi effetti negativi sull'esistenza e come combatterli con l'AA. Non tanto per me, che ormai mi sono messo il cuore in pace, ma per i molti che si rivolgono all'astrologia (questa è la mia impressione!) proprio a causa di questa posizione radix.
Quanto alle statistiche, ho seguito tutta la diatriba con quell'astropet che la contestava (ora tace) e mi sembra evidente che siano solo livore e calunnie: i dati sono certificati da autorità ineccepibili, ma al di là di questo se fossi io a dover condurre ua polemica 1) lo farei usando nome e cognome 2) non scenderei mai nell'insulto 3) non metterei in dubbio la buonafede altrui, ma dibatterei rimanendo fermo all'argomento senza attaccare la persona: al limite protesterei con una comunicazione privata, mai mi sognerei di diffamare in pubblico. Chi non rispetta queste regole è un vigliacco e un cialtrone.
La statistica in sé è molto significativa, e merita molto rispetto e altro studio, oltre alle appassionanti osservazioni che ha scritto con L. Miele. E fa bene a ripetere che ogni statistica in astrologia va effettuata su campioni di migliaia e controllata: anch'io altrimenti potrei diventare uo statistico e pretendere di aver fatto delle "scoperte" con campioni di 2-300 oroscopi ricavati dal web. Una volta per esempio l'ho fatto con personaggi dello spettacolo, e ho notato un'enorme prevalenza delle congiunzioni Mercurio-Marte radix rispetto a un gruppo di controllo di oroscopi fittizi. Può darsi che ripetuta in grande,un'altra statistica confermi la mia impressione, ma non mi sognerei di gridare "Eureka" dopo una ricerca così... artigianale.
PS l'hobby era la musica, come volevasi dimostrare. Non mi sono messo a suonare a cuore leggero (ho Saturno in quinta, appunto: preferivo la matematica e gli scacchi) ma mi sono dovuto arrendere quando Urano mi è passato sul Sole...
Cordialmente, Lorenzowizard

Neena ha detto...

Thank you Ciro. I will work on this and get back in September. Gave a great trip!

Neena ha detto...

Respected Ciro,
One last question before you head off. Hopefully I will catch you in time.
Looking at the chart of this person, the biggest problem I seem to face is the following:
If the planets are in great place, then the ascendant falls in 12th or 1st OR if the ascendant is not in bad houses then the planets are not in great shape.
Since the person this year has requested good business and help from friends,I am looking again and found
Honiara, Solomon Islands on Jan 5th 2011 at 9:06am. The date of birth of this person is Jan 5 1967 at 11:30am in Nagar Kurnool, India.
The problem with this location is that there is a stellium in 11th and ascendant is also falling in 11th. But Venus is conjunct MC and Mercury is also in the 10th. The 11th house which is also the hosue of awards and friendships has sun and pluto in addition to Mars and Moon which may help him with contacts. Not sure if I need to worry because you have said that 11th house is also house of death. What do you advise?
Thanks again.
Neena

elisabetta di stefano ha detto...

Buonasera amici, ieri sera vi ho fornito dei dati approssimativi su miei amici con pessimi transiti e pessime RS, perchè il sonno ha vinto sulle mie capacità razionali...Ci riprovo, ora, meno assonnata..
La mia amica S., nata a Palermo, il 2\02'68, alle 13.30, ha un dipendente albanese, M., nato il 1\07\'77, anch'esso alle 13 e 30 a Tirana. Hanno pessimi transiti e pessime RS. Vorrei sapere se, secondo voi, lui rimarrà in carcere per 2 anni, come mi suggerisce il suo transito di SAturno in XII in Bialncia e la sua RS da XII casa, con SAturno appunto in XII...Grazie e scusate l'argomento un pò delicato..

Anonimo ha detto...

Caro Ciro (mi autorizzo dunque al tu), mi fa un enorme piacere sentirti dire che sto "inquadrando molto bene il soggetto": non perché creda che un soggetto sia mai definitivamente inquadrabile (ne andrebbe del suo bello, e hai giustamente detto che potremmo studiarne la costellazione per anni, anche da altri aggiuntivi punti di vista), ma per l'efficacia e la coerenza del ragionamento impostato. Rilancio senz'altro agli altri argonauti del blog l'invito ad aggiungere - chi, e se crede - il suo punto di vista. Grazie. Ma prima che tu parta appunto un'ultima cosa, a cui terrei rispondessi personalmente quando ti sarà possibile nei prossimi giorni, o anche al rientro, per "chiudere" la premessa al vario ragionamento. Con tutto quanto già detto e "acquisito" a proposito del mio uomo (mi riferisco in particolare, nel tema, all'azione critico/opponente di Nettuno in Bilancia 6a Casa nei confronti dell'Io Sole-Marte-Venere in Ariete 12a Casa + i vari aspetti rinforzanti, e cioè a quanto tenta di "educare" quel tipo di continua e volitiva fusione nucleare), che "caratura" daresti nella nostra sinastria agli aspetti di cui si incarica il mio Giove in Bilancia in 10a Casa congiunto al Medio Cielo: opposizione secca al suo stellium Sole-Marte-Venere in Ariete 12a Casa, quadratura secca al suo Giove in Acquario in 10a Casa? Devo dunque pensare che nel grande tema del "possesso" significato da Giove, oltre che ad esprimersi, confrontarsi e rivendicarsi con modalità differenti [il mio, trigono alla Luna in Gemelli, se posso dire con molta prudenza, più "civile", equanime, comprensivo, estetico e "dolcemente dominante", cui piace la bellezza che tende a dominare dall'alto con classe; il suo, quadrato a Venere e a Mercurio, con tra le righe un senso di inappagatezza più o meno sottile, con permanente sogno di "volare" e di libertà assoluta, di costante senso di mancanza] il mio "grande benefico" (che oltretutto gode da matti in trigono al suo Urano in Gemelli 2a Casa), con le forti, "ortopediche" ed insindacabili venature saturnine dovute alla Bilancia in 10a Casa (ma anche un po' signorilmente e fascinosamente venusiano), richiami l'informe onnipotente incandescenza all'ordine della struttura e della forma (opposizione Ariete/Bilancia come opposizione Sole-Marte-Plutone/Saturno)? Per esserne a sua volta affascinato nella spinta all'illimite degli stati di coscienza alterati? E' bello sapere che questo scontro al vertice, dove il giorno vuole avere ragione della notte e viceversa perpetuamente, avviene con la sintonia emotiva del sestile della mia Luna con il suo Sole e la sua Venere oltre che della congiunzione del mio Ascendente alla sua Luna; intellettuale/passionale del trigono della mia congiunzione Venere-Marte con il suo Nettuno; perennemente esplosiva e istintivo/trasformativa del sestile di questa stessa congiunzione Venere-Marte con il suo Plutone. Insomma, un invito a nozze...
Ancora grazie, e buone vacanze, Scara