domenica 8 agosto 2010

L’importanza di essere proattivi



















Per Anonino disperato dal costo altissimo per la Turchia.
Allora, come puoi vedere dalle due foto, sono andato sul sito www.turkishairlines.com, ho scritto che volevo andare da Milano a Van, andata il 10 agosto e ritorno il 12, e detto portale mi ha proposto un volo a 468,94 euro che era quello che già ti aveva anticipato l’ottimo Luigi Galli. Ora hai le prove: partirai? Non credo, perché chi comincia così, quasi mai parte. Tu vorresti, credo, anche che io o altri ti pagassimo il biglietto e ti accompagnassimo nel viaggio.
Altrimenti come si spiega che solo a te le agenzie di viaggi chiedono 2000 euro e io, che certamente non sono neanche lontanamente bravo a trovare i prezzi migliori come Luigi Galli e altri, in soli due minuti di lavoro, ti ho trovato un volo a meno di 500 euro?
E poi scusa: perché, a noi, oltre a chiedere il consiglio sulla località di compleanno chiedi anche questa parte gravosa e seccante di lavoro che non ci compete? Noi siamo i cattivi, ricordi? Quelli che fanno partire la gente. Quelli “buoni” sono i nostri colleghi che ti sconsigliano di partire e di risolvere i tuoi problemi con il pensiero positivo. Perché non chiedi loro che sono già evoluti e indirizzati in un cammino altamente spirituale che prevede anche di mettersi al servizio degli altri per carità cristiana o tibetana?
Non ci chiederai, la prossima volta, anche di venirti a pulire un po’ la casa?
Non pensi di esagerare un tantino?




Per Latina_Americana. Penso, sinceramente, che tu non debba temere Plutone in 12^ Casa di RSM. Probabilmente, nelle tue esperienze passate, non hai tenuto conto di altri fattori ben più pesanti che erano concomitanti a tale posizione. Del resto questa voce non compare nelle mie 30 regole e vuol dire che l’ho utilizzata e fatta utilizzare migliaia di volte e senza danno.
Essa potrebbe portarti anche un fortissimo risveglio sessuale, come ho visto in tanti casi. Oppure, per persone che scrivono e leggono, forti interessi in materia criminale.
Stai tranquilla, ma cerca di attuare il compleanno del Vietnam che tu stessa ti sei scelta magnificamente.



Auguri a Nicole Plombier per la sua gita fuori porta a Los Angeles.



Per Carmine Covino. Abbiamo pubblicato i grafici che ci hai chiesto, ma non ci hai messo al corrente delle tue riflessioni sugli stessi.


Per Lorenzo. Benvenuto e grazie di avere condiviso questa tua riflessione con noi. Se ti riferisci a me e alla mia lontana, nel tempo, ritrosia a considerare i transiti di Plutone, ciò è vero, ma sono passati “molti libri sotto i ponti”, per usare una metafora che mi può riguardare. Infatti, tanti anni fa ero stato influenzato dalla frequentazione abbastanza assidua di Francesco Waldner che sosteneva ciò e da alcuni grandissimi autori che studiavano i transiti con orbite ampie. Tutto ciò è stato superato negli ultimi decenni di miei studi soprattutto dal fatto – e AstralDetector è un fatto – che ormai considero solo orbite strettissime nei transiti e talvolta mi fermo, addirittura, a 4-5 primi di grado!!! Va da sé, che in questa “nuova” luce, sarebbe impensabile non tenere conto dei transiti di Plutone. Ho già scritto e anche dimostrato sul campo che, per fare previsioni esatte, occorre che l’intreccio dei transiti, in molti grafici di un gruppo di soggetti, sia totale e che i transiti “cantino” all’unisono, il che vuol dire quasi con orbite di zero gradi.
Dunque sono perfettamente d’accordo con te.




Per Katia. Sempre più profondi e interessanti i tuoi post: è un peccato che tu non possa dedicare più tempo allo studio dell’AA, ma fai già molto bene mettendo migliaia di persone in condizione di avere “il cacciavite” giusto per entrare nell’AA.
Molto importante, a mio avviso, soprattutto la tua chiusa di oggi: “L’approccio proattivo: la differenza sostanziale che separa chi pratica l’Astrologia Attiva da chi subisce passivamente il proprio destino. Come riconoscere e superare le resistenze inconsce, i limiti, le paure, i sensi di colpa che ostacolano l’individuo nel raggiungimento dei propri obiettivi”. 

Infatti, molto spesso, l’acredine che muove tanti “astro-pets”, come simpaticamente li chiama il nostro nuovo blogger, non è l’odio verso di noi, ma la rabbia verso la propria incapacità di superare le proprie molte resistenze interne per farsi del bene.
Temi interessantissimi, quelli che hai proposto stanotte, cara Katia, che in una cornice come quella di Ottobre e di una città mitteleuropea e mondocentrica come Milano ci starebbero benissimo, a dispetto di quelle solite pappine da Novella 2000 o astrazioni da sciamani irraggiungibili che credo abbiano stufato la grande massa di persone che si rivolgono all’Astrologia, ormai con uno spirito sempre più tecnico e pratico, da contadino o da radiotecnico o da ingegnere, come si preferisce dire.


Sono davvero assai contento di come stanno andando le cose in una larga fascia dell’Astrologia Mondiale e conto anche sui progetti futuri che io, te e tanti nostri bravi colleghi abbiamo in mente di portare avanti o di continuare a portare avanti.



Da giorni sono abbastanza turbato, per la coincidenza di curve mondiali e non di cui abbiamo già parlato. Esse si situano anche a cavallo del compleanno di Barak Obama che solo Dio sa dove egli lo abbia trascorso. Avrei da scrivere molte osservazioni e tanti pensieri, suggestioni, riflessioni, ma il tempo è tiranno... Sono, però, soddisfatto di quel poco che riesco a produrre.


Buona domenica a Tutti.
Ciro Discepolo


10 commenti:

Anonimo ha detto...

grazie caro Ciro per aver perso del tempo per me ma non voglio assolutamente che mi paghiate il biglietto o che mi venite a pulire la mia casa, mi dispiace aver dato questa impressione, come ho già detto sono sprovveduto e non so come muovermi solo perchè non ho mai avuto a che fare con l'astrologia e non ho mai viaggiato in aereo, quindi viene da sè che sono impreparato e anche imbranato. non sapevo di dover essere pronto anche a questo, mi dispiace soltanto di avervi dato Quella impressione, comunque lei ha già fatto tanto per me e per questo la ringrazio. Stia bene e un saluto anche a Luigi Galli

Francesca Babette ha detto...

Per anonimo diretto a Van:
sei stato già ampiamente consigliato, e questo mio è un intervento tardivo, ma aggiungo solo che, se intervieni sul blog, evidentemente hai confidenza con internet.
Questo è un grande vantaggio per chi deve organizzare un viaggio, perché può risparmiare molti soldi e confrontare in tempo reale prezzi di biglietti e hotel.

Per i biglietti aerei puoi vedere i siti:
opodo.it - expedia.it - lastminute.com - volagratis.com, oltre ai siti web delle compagnie aeree che volano verso una determinata destinazione (come ha fatto Ciro con Turkish Airlines, visto che vuoi andare in Turchia).
Spesso questi siti inseriscono anche i voli delle compagnie aeree low-cost, ma se non lo fanno vai a vedere se la tua destinazione è coperta almeno da easyjet e ryanair.

Sui medesimi siti web trovi anche la possibilità di trovare hotel, o anche pacchetti tipo volo+hotel.

Oppure, per gli alberghi, visita: booking.com

In tutti i casi, è sufficiente che indichi giorno di arrivo e di partenza, oltre alla destinazione.

Vedrai che, dopo un po' di pratica, riuscirai a capire come trovare voli a poco prezzo. In generale, prima prenoti un volo e meno ti costerà.

Spero di esserti stata utile
ciao
Francesca

Karmiko ha detto...

Ciao a tutti. Al momento sono fuori sede. Ho proposto di pubblicare dei grafici con l'intenzione di condividere con tutti le mie riflessioni. Riflessioni che ho raccolto in un file word e che pubblicherò a breve. Pochi giorni di mare e poi completerò il mio post.
Grazie

Per Anonimo che va a Van:
Caro Anonimo, a Van ci sono stato in Novembre del 2003 insieme alla mia ex compagnia. Proprio in concomitanza dei fatti di Nassirja e dell'attentato ad Istambul all'ambasciata inglese. Ma, nonostante tutto, resta un posto originale ed unico, seppur povero. Cerca di fare il possibile per andarci. Infine, permettiti di dirti una cosa. Leggendo le tue parole, mi sembra di rivedere me 3/4 anni fa. Fa bene Ciro a provocare dicendo quella che ha scritto per te. E' la tua reazione che conta. Appunto, la "Proattività". Un abbraccio a tutti

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

caro maestro, mi è stata posta questa domanda che vorrei rigirare a te: Quali sono le evidenze a sostegno di una correlazione (in modo causale quindi) tra le "previsioni delle vicende e personalità dell'individuo " e gli "astri" e non invece con "la posizione degli astri"?

spero che si possa rispondere in modo sintetico. un abbraccio di cuore come al solito... (ho visto in rete la copertina del nuovo libro....)

Lorenzo ha detto...

Caro Discepolo, ha scritto una cosa che trovo giustissima: le resistenze verso l'AA provengono da una sorta di masochismo interiore che si spesso traveste da logica (io stesso sono stato un buon esempio per anni). La ricetta per superarlo è studiare e ancora studiare, sempre che si tratti di una persona che creda che i fatti vengono prima di tutto. Gli astropets a cui alludevo sono gente pronta a ignorare o capovolgere i fatti, pur di dar sfogo alle loro pulsioni aggressive. Su Plutone, il "bersaglio" che avevo in mente era proprio Waldner: concordo poi che si deve considerare Plutone solo con l'orbita di un grado, altrimenti è inutile. Ma sono sempre più impressionato da un fatto che lei ha sottolineato credo come unico astrologo al mondo, i transiti anche più micidiali non possono quasi nulla se non agiscono nel contesto di una RS malefica. Così come quelli positivi servono a poco senza una buona RS. Prima di interiorizzare questo principio esplicativo, vedevo su tutti gli oroscopi che studiavo miscele esplosive che agivano solo un anno o due dopo l'inizio o non agivano affatto, e non mi raccapezzavo. Bisogna tener conto della RS come della precisione massima delle orbite per "beccare" il periodo critico. Ma ci sono RS che infliggono danni devastanti anche senza transiti. La cosa è talmente evidente che mi chiedo come facciano la maggioranza degli astrologi a non vederla. Il suo merito di averla scoperta per primo non è da poco. Infine un'osservazione che potrebbe giovare alla causa. Credo che uno dei motivi principali per cui tanta gente è ostile all'AA e alla sua figura sia il modo slegato, "freudiano" in cui il suo pensiero è presentato al pubblico. Mi spiego: la dottrina Discepolo (ma è meglio chiamarla AA e basta) non è sistematizzata in un testo "classico" ma è sparpagliata in dozzine di testi di varie epoche, i quali contengono, assieme alle "perle" anche molte posizioni che poi sono state rivedute e aggiornate dall'autore in base alla sua esperienza sempre crescente. Un neofita che, entusiasta di un qualsiasi testo targato Discepolo, intenda assumere come riferimento "infallibile" i suoi lavori, comincerà probabilmente col comprare quello che trova, magari cose di 25-30 anni fa, ormai in parte obsolete, si troverà di fronte a contraddizioni con le posizioni più recenti dell'autore e finirà nella confusione e nella sfiducia (è successo a me!) Solo col tempo e con lo studio riuscirà ad avvedersi che le opinioni che davvero contano di Discepolo sono le più recenti, e che per averne un quadro completo non bastano i libri, ma bisogna studiare tutto, tutti i contenuti del sito, del blog, gli articoli di Ricerca 90 (se li si trova) eccetera. L'AA ha questo problema: è un "work in progress" che non avendo un assetto definitivo, presenta una serie di trappole, di possibilità di fraintendimento in cui possono cadere anche i più intelligenti. Fa bene lei a ripetere "studiate studiate studiate!" Solo così ci si chiariscono le idee. Sarebbe necessario sistematizzare l'AA in un testo "canonico" per sciogliere tutti i dubbi: ma mi rendo conto che non si può, perché esistono ancora troppe questioni aperte. E allora? Allora non resta che accettare questo stato di cose, cercando di illuminare per quanto possibile coloro che sono caduti nella confusione; lei ci prova ma bisogna rassegnarsi al fatto che se uno non capisce da solo "facendosi il mazzo" a questo fine, non sarà mai convinto del tutto. Questo è il prezzo da pagare per il fatto di essere degli onesti sperimentatori, pronti anche a cambiare idea se ciò è richiesto dai fatti, e non dei "santoni" che partoriscono bibbie, contenenti verità rivelate da cui non ci si discosta mai. La gente preferisce i secondi, purtroppo, anche se sono dei mistificatori. Certo si è addossato un bel fardello, caro Discepolo! Davvero non la invidio. Cordialmente - Lorenzo, Milano.

Anonimo ha detto...

Caro Ciro,
Ti chiedi dove Obama ha trascorso il suo compleanno. La risposta, con la mia analisi della sua RS, che già avevo avuto modo di ventilare mesi fa, la trovi nel mio blog all'indirizzo:
http://blognew.aruba.it/blog.astralis.it/BUON_COMPLEANNO__MR__PRESIDENT____HAPPY_BIRTHDAY__MR__PRESIDENT__34822.shtml
Indubbiamente, come avevo suggerito allora, forse era meglio se fosse stato Obama a spostarsi anziché sua moglie Michelle.
Un caro saluto
Laura Poggiani

Anonimo ha detto...

Per Anonimo che chiede consigli sui voli in Turchia...
Nelle agenzie di viaggio trovi solitamente addetti che vendono pacchetti e non sanno immedesimarsi nelle tue richieste. All’inizio io non dicevo loro perché volevo andare in tale posto (nella maggior parte dei casi non sono luoghi che coincidono con itinerari turistici classici) e contestavano addirittura i miei itinerari. Ora dico apertamente che faccio RSM e non mi contestano più le località (è pericoloso, non è un bel posto, è fuori mano, se ti succede qualcosa come facciamo a riportarti indietro..) ma i loro livelli di ricerca restano sempre molto bassi. Ti posso dire che, abitando in Torino, le agenzie le ho provate tutte e tutte, dalla più d’elite alla più modesta mancano dello spirito che occorre invece a noi per una buona consulenza su un itinerario per un return lunare o solare. Occorrerà che piano piano ti organizzi in casa con internet, risparmierai un sacco di soldi non solo in diritti di agenzia, quello è il meno, ma proprio perché potrai cucirti addosso il tuo viaggio.
Io non sono ancora disinvolta nell’acquistare voli intercontinentali via internet (preparati perché non sempre andrai così vicino) ma faccio da me le ricerche, scelgo itinerari e prezzi e poi porto il tutto all’agenzia (nei dettagli e nei costi) che se vorrà i miei soldi mi venderà il volo esattamente con quei dettagli e quei costi. Non è mai successo che di loro iniziativa trovassero il volo al mio prezzo, ma centinaia e centinaia di euro in più sì! Per cui ho risparmiato sempre un sacco di soldi acquistando comunque i biglietti in agenzia.
A proposito, appello a tutti, se c’è qualcuno di voi che ha comprato via internet voli intercontinentali batta un colpo perché io ancora non mi sono osata….
Cari saluti a tutti.
Danila

stefano ha detto...

Caro Ciro,tempo fa mi sono rivolto a te per chiedee un consiglio sulla mia prossima R.S. M . che avevo prospettato per Dakar. Tu avevi detto che Dakar poteva andare bene ma con riserva visto che avrei avuto Marte in decima casa e tu mi avevi consigliato Magdagachi in Russia.In realta' nella R.S.M di Dakar quello che mi fa pensare e' Saturno in nona casa di R.S che si somma al Saturno in nona di transito( ultimamente sono stato oggetto di commenti poco carini e razzisti da parte di certi irlandesi).Magdagachi potrebbe andare bene se non fosse per via di Saturno in quarta casa. Io mia moglie stiamo pensando di comprare casa in Italia per quando saremo in pensione. Inoltre visto che volevo studiare riflessologia plantare seguendo il simbolismo del mio tema natale(Mercurio = studi Nettuno= piedi) forse sarebbe meglio mettere Giove in nona Saturno in terza e Venere in quarta andando in Giappone o in Australia. Tu cosa ne pensi?

Ti volevo chiedere un consiglio riguardo ad alcuni casi che mi sono capitati di recente. Ultimamente le persone a cui propongo il compleanno mirato quando chiedo loro cosa vogliono ottenere dopo il loro compleanno non mi parlano di desideri materiali e concreti ma spesso mi dicono " Vorrei diventare una persona migliore" oppure " Voglio capire cosa voglio fare da grande" e qui mi trovo un po' in difficolta'.Si tratta in questo caso di forme di emancipazione e quindi dovrei potenziare la decima casa?

Un caro saluto

Stefano Meriggi

Francesca Babette ha detto...

Per Danila:
la mia esperienza sui voli intercontinentali acquistati on-line non è vastissima, ma ti posso dire che non ho riscontrato differenze rispetto ai voli a più corto raggio.

I meccanismi delle offerte sono sempre gli stessi... la cosa importante, secondo me, è di fare molti, moltissimi confronti tra siti i siti internet tipo expedia, opodo etc etc e anche tra questi e quelli delle singole compagnie aeree, al fine di trovare la combinazione migliore da tutti i punti i vista: durata del volo, prezzo etc etc

Ho acquistato tranquillamente on-line anche voli interni in Paesi di altri continenti, ad esempio voli interni in Messico o in Canada tramite i siti delle compagnie aeree che operano in quel Paese (nello specifico Aeromexico e Alaska Airlines) e non ho avuto alcun tipo di problema. Sono partita con il mio e-ticket stampato da casa...e tutto è filato liscio!

ciao
francesca

Luigi Galli ha detto...

Per Danila e per tutti.

Concordo su quanto afferma Francesca sulla prenotazione dei biglietti aerei per le tratte intercontinentali.
In più aggiungerei che può essere conveniente volare in paesi lontani anche con i voli lowcost.
In questo link ne sono segnalati numerosi in tutto il mondo

http://www.dive3000.com/aerei.htm