martedì 5 gennaio 2010

A lot of arguments on Solar Returns









Per Ludovico Bramanti, Bislacca 78 e Mediterraneo con suo fratello.


Sono d’accordo con te, Ludovico. Infatti neanche io, per punire l’arroganza mischiata all’ignoranza dei nostri avversari, proporrei loro dei compleanni mirati cattivi, a meno che essi non mi sfidassero apertamente, per esempio reiterando vongole come quelle che la Rivoluzione Solare Mirata produrrebbe solo effetti psicologici. In quel caso sarei disposto a confezionare loro, gratuitamente, una RSM così allucinante che la saga dei film di Hannibal Lecter sarebbe una favoletta per bambini al confronto…
Tuttavia, cara Bislacca 78 (a cui do il benvenuto) questo esperimento che tu proponi è stato fatto diverse volte proprio a coppie di gemelli, consanguinei e non, e pubblicato in molti miei libri e articoli nei decenni precedenti a questo. Io ho sempre domandato agli avversari di commentarmi questi casi, ma non ho mai ricevuto alcuna risposta scritta o diretta (se si escludono malignità dette in privato, in riunioni di partito a cui costoro fanno capo e durante le quali si divertono a dire che possiedo intere catene di tour operator, che viaggio con aerei personali e altre cose di buon augurio che spero continueranno a dire).
L’esempio più clamoroso di due gemelli, uno partito con una meravigliosa RS e uno non partito e rimasto a casa con una terribile RS, lo trovi più sotto o negli articoli del mio sito e nei miei libri dove sono descritti altri casi di gemelli (uno partito e l’altro no). Però, vorrei ripetere fino alla noia, che tale tipo di “contesa” mi lascia, ormai, del tutto indifferente. Prendiamo un neofita che si affacci oggi alla materia. Legge i miei libri. Poi legge qualche battuta sul blog di pochi colleghi con le idee assai confuse sulle RSM: prova entrambe le cose lette e giudicherà, con la propria testa, quale delle due “scuole” è meglio seguire.
Come voi sapete, alcuni di costoro, che – per loro stessa ammissione - non hanno mai fatto un solo compleanno mirato in tutta la vita e né lo hanno fatto fare ad altri, hanno anche l’impudenza di tenere corsi sull’argomento.
Ma, ancora una volta: dov’è il problema?
Basta che funzioni.


Sempre per Ludovico: mi sembrano buone le due RSM che hai consigliato. Naturalmente, siccome diversi di voi possiedono strumenti sofisticati tipo Aladino, è possibile anche cercare eventuali soluzioni migliori.



Sì. Adesso presenterò un caso descritto nel mio libro “Nuovo Trattato delle Rivoluzioni Solari”, Armenia, e che è davvero spettacolare, a mio avviso. Si tratta del compleanno 2001 di mia figlia Laura raffrontato a quello di una sua gemella astrale. Quest’ultima, figlia di una mia amica, sarebbe nata nella stessa città, solo venti minuti dopo mia figlia, ma da ricostruzioni fatte a posteriori, negli anni, io credo che lo scarto sia di soli dieci minuti in più. Laura nacque a Napoli il 27 maggio 1975, alle 23.25. Entrambe, per il compleanno di Napoli, avrebbero avuto delle costellazioni orrende, tra le peggiori che si possano immaginare: Sole congiunto a Saturno in dodicesima Casa, quattro astri in dodicesima e Marte in sesta. Entrambe furono avvertite e dovevano partire per l'Australia. Mia figlia, infatti, si recò in un luogo assai particolare, chiamato Monkey Mia che, a dispetto del nome scimmiesco, è un posto magico con dei bungalow sul mare e dove si possono accarezzare i delfini che vengono a riva e “familiarizzano” con i turisti. Laura trascorse lì il suo compleanno e due mesi dopo si sposò. Poi trovò casa vicino alla mia, fece, in aprile, un intervento di chirurgia agli occhi che le tolse una miopia abbastanza forte e iniziò ad attivarsi in varie direzioni per trovare un lavoro serio. A giudizio di tutti coloro i quali la conoscono, ella trascorse l'anno più bello della sua vita. La sua gemella astrale che, per convenzione, chiameremo Ilena, non riuscì a partire e questo è, in sintesi, il racconto che mi riportò lei stessa del suo annus horribilis: il giorno dopo il suo compleanno suo fratello fu ricoverato di urgenza per una gravissima malattia acuta e stette un mese tra la vita e la morte (lei trascorse molto tempo accanto a lui, in ospedale); tre giorni dopo il suo compleanno le si spezzò un molare, mentre mangiava, e fu costretta a prendere antibiotici per un mese di seguito per una infezione non curata bene; dopo molti anni perse il suo lavoro e rimase disoccupata tutto l'anno; dopo sette anni fu lasciata dal suo ragazzo che alcuni mesi dopo sposò un'altra ragazza e cadde in un periodo depressivo trascorrendo a letto gli ultimi mesi prima del successivo compleanno. A detta di tutti coloro che la conoscono, Ilena trascorse l'anno più brutto della sua vita. I fautori della tesi che occorra domificare per il luogo di nascita o di abituale residenza, si facciano pure avanti e ci spieghino questo caso, se possono. Naturalmente la mia amica mi ha autorizzato, se ce ne fosse bisogno, a rilasciare le generalità complete e vere di Ilena, nel caso che qualcuno, non avendo argomenti scientifici da contrapporre, volesse insinuare che mi sia inventato tutto. Anzi, la mia giovane amica mi ha detto di più: “Se qualcuno avanzasse dubbi su tale storia, ti autorizzo, in un futuro libro, a pubblicare a fianco dell'estratto di nascita di Laura quello mio, cui potrai aggiungere il mio indirizzo postale, il numero di telefono e quello di cellulare. Se poi - sempre qualche tuo collega stupido - dovesse dire che ci siamo messi d'accordo per inventare questa storia, non ci sono problemi e potremo far verificare la data di ricovero di mio fratello all’ospedale Cotugno, la mia via crucis dal dentista, il licenziamento registrato all'INPS, il matrimonio del mio ex fidanzato e le cure antidepressive prescrittemi da un medico reale e non virtuale”. Se l’astrologia è vera e se i “compleanni mirati” non funzionassero, esiste, in tutto il mondo, un astrologo che possa spiegare questo caso? Qualcuno, sulla rete, ha scritto che, relativamente all’esempio proposto qui, considerando i dieci minuti di differenza nel tema natale, si potrebbe spiegare l’anno mostruosamente diverso vissuto dalle due ragazze. Commento: se si crede ciò, si può credere qualunque cosa. E ancora: seguendo il (non)ragionamento di persone come questa, ci chiediamo, sempre sulla stessa lunghezza d’onda distorta, potrebbero dimostrare, costoro, che la loro vita sarebbe stata diversa se fossero nati in un’altra parte del mondo e alla stessa ora di Greenwich? E come farebbero? Vivrebbero una prima vita con un cielo italiano e una seconda con un cielo - mettiamo - brasiliano o giapponese? Allora dovremmo concludere che neanche l’Astrologia, quella classica, è vera. Per fortuna tanti ricordano di accendere il cervello prima di tirare fuori “vongole” in libertà.
E ancora, per chi non ne avesse abbastanza.
Un altro caso davvero difficile per gli avversari delle RSM, quello dell’incidente capitato alla cantante Madonna il giorno del compleanno 2005.
Un piccolo quiz. Madonna (Bay City, MI, USA, 16/8/1958, ore 7.05, AstroDatabank) è caduta da cavallo nel giorno del suo compleanno 2005, poche ore dopo il return, riportando diverse fratture.
Secondo voi la cosa è spiegata dal cielo di return eretto per gli stati Uniti o per quello dove si trovava l'attrice in quel momento (nei pressi di Bristol, Inghilterra: Urano sull'Ascendente e tre astri in sesta Casa, compresi Saturno e il Sole)? Nell'ordine, il grafico di nascita, la RS per gli Stati Uniti (lì ci potrebbero essere tre astri in ottava, forse, ma con il settore dell'estero e degl'incidenti superprotetto da una magnifica Venere) e quella per Bristol Inghilterra.

P.S. Nelle pagine dedicate al Grande Archivio di Località e di Regimi Orari del Mondo del mio GALRO ( http://www.programmiastral.com/guide/galro.htm) è spiegato che io, e su diverse nazioni anche Luigi Galli, ho effettuato molte ricerche per correggere i bug più vistosi presenti nei testi sacri delle località e dei regimi orari mondiali, come il Thomas Shanks o l’Henri Le Corre e il nostro lavoro è stato riconosciuto a livello internazionale. Relativamente all'estate del 1958, nel Michigan, negli Stati Uniti, a me risulta che ci fu l'ora legale estiva dal 27 aprile al 26 ottobre, mentre il Thomas Shanks scrive che non ci fu.


Per Uranio14. Anche a te vorrei raccomandare di non prendertela per le brutte cose che sembrerebbero scrivere o dire i media su di noi in questi giorni, tutti gli anni. A mio avviso, e scusate se mi ripeto, gli unici a fare figure barbine in proposito sono quei giornalisti così ignoranti da confondere astrologia, oroscopia, veggenza, malocchio e via dicendo.
Invece vorrei notare una cosa che forse vi è sfuggita.
Avevo letto, ma non ricordo dove (posso giurarvi non su Novella 2000) che l’attuale papa, persona molto colta, avesse addirittura un debole verso l’astrologia, almeno come interesse storico-culturale.
Forse la cosa è possibile perché, nella ferma condanna lanciata qualche giorno fa, egli ha parlato contro “i maghi e gli economisti”. A me sembra che non sia casuale il fatto che non abbia detto “astrologi”.
Quasi certamente egli conosce la differenza tra le due cose e tali figure barbine non le fa.
Tornando a Uranio14: perché mi dici che vi ho lasciati orfani? Mediamente, ciascuno di voi, spende 10 minuti al mese del proprio tempo su questo blog. Io viaggio dalle 2 alle 5-6 ore al giorno. Pensi che se giungessi a 24, mettiamo, potresti ritenerti non più orfano?
Di miei libri quest’anno ne usciranno almeno tre, credo e spero.
Infine mi chiedi della creazione di uno spazio Facebook. C’è già. Chi mi cerca su Facebook mi troverà e troverà anche il seguente messaggio: dato che non posso dividermi in due, ho scelto il mio blog per i contatti con i colleghi, gli allievi e i lettori. Chi fosse interessato potrà raggiungermi qui.

Per Al Rami. La tua idea mi sembra buona, a primo acchito. Facciamo così: mettiamo su YouTube, contemporaneamente, il video con i miei due prossimi seminari e le password e le chiavi di accesso del tuo conto in banca, piccolo o grosso che sia. Ma sì: quest’idea del privato mi sembra davvero obsoleta e la dovremmo abbattere, cominciando, per esempio, a depredare il lavoro altrui, come quello di bravi scrittori come Paola Calvetti (a cui invio affettuosi auguri per il vicino nuovo compleanno) e pubblicando in rete i suoi romanzi!
In effetti non ho capito ancora quale tipo di diavoletto sia dentro di te. Tu sai che i miei congressi e seminari sono sempre completamente gratuiti e mi accollo io anche le spese degli stessi.
Sai anche che con pochi euro ognuno può comprare miei libri in cui ci sono dentro decenni di studi e di sudori (cosa che il carissimo amico Van Wood, che saluto affettuosamente, mi rimprovera sempre). Ora tu sai che continuerò su questa strada anche con i prossimi seminari del 22 gennaio, però, caro Al Rami, addirittura chiedermi di metterli ondine, mi sembra davvero eccessivo.
Infatti vedrai che molti che si dicono farisaicamente miei allievi/fan/colleghi/amici e che da 10, 15 o venti anni hanno sempre un impegno quando tengo un seminario, vorrebbero ricevere a casa una dispensa scritta di quello che dirò.
Mi spiace, ma a questi seminari non sarà possibile neanche registrare la voce.
Per Luca Picichè. Sono lieto di essere stato di aiuto ai tuoi amici. L’Astrogeografia, che è una componente importante dell’Astrologia Attiva (perché noi li mandiamo davvero a vivere nel luogo giusto quelli che ce lo chiedono), è una delle cose più verificabili che esistono in astrologia, partendo dalle RS e dalle RL. Per il tuo amico Emanuele, credo non ci siano dubbi: se io fossi in lui punterei diritto al MIT (Massachusetts Institute of Technology of Boston). Vedi figura.

Per Tutti. Vi prego di rileggervi gli ultimi due editoriali di Ricerca ’90 e di non mandare soldi per abbonamenti alla rivista.

Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it









Posta un commento